Campania zona gialla dopo la Befana. Che succederà?

Napoli . Campania zona gialla dopo la Befana. Che succederà?  L’Italia ancora in lockdown forzato per le feste di Natale e Capodanno , siamo in zona rossa,  e questo, salvo lunedì ,  dopodomani, arancione,  fino a mercoledì 6 gennaio, ma la Befana ci porterà in zona gialla . Passata l’Epifania si torna all’Italia divisa in zone, in base all’indice dei contagi. Giovedì 7 tornerà il sistema dei colori, ma 3 regioni rischiano subito la zona rossa. La Campania, dopo le feste di Natale, non è tra le regioni a rischio e dovrebbe tornare gialla. Secondo questa previsione, con i negozi, riaprono fino alle 18 anche bar e ristoranti. Il governo determinerà le zone dopo le verifiche degli esperti sull’andamento del contagio. La prossima settimana – la data non è stata ancora fissata – si riunirà la cabina di regia per il Monitoraggio regionale, che verifica proprio i dati epidemiologici sulla base dei 21 parametri. Subito dopo il governo prenderà le sue decisioni. A far decidere il governo saranno i dati che continuano però ad essere altalenanti: da una parte la curva del contagio che pare rallentare, dall’altra l’Rt in aumento e – nel primo bollettino del 2021 – il tasso di positività al 14,1%, ancora in crescita. Con questi dati una parte del Paese, allo scadere del decreto di Natale, il 6 gennaio, potrebbe dunque finire nuovamente in zona rossa o arancione. Nel gruppo di chi rischia, questa volta, non c’è la Campania. Salvo provvedimenti specifici del governatore De Luca. A rischiare per ora sono soprattutto Veneto, Liguria e Calabria, che secondo l’ultimo report Iss hanno superato il valore 1 di Rt e che potrebbero essere collocate nella lista dei territori sottoposti a maggiori restrizioni. Lo stesso destino potrebbe capitare a Puglia, Basilicata e Lombardia che sono molto vicine a quella soglia. Campania in giallo, dunque, salvo sorprese, alle quali ci ha abituato il Governatore Vincenzo De Luca.

Commenti

Translate »