Campania, De Luca non cambia idea ed accelera sull’idea delle card per i vaccinati: a cosa serviranno

Più informazioni su

Campania, De Luca non cambia idea ed accelera sull’idea delle card per i vaccinati: a cosa serviranno.

Vincenzo De Luca non cambia idea, ed anzi accelera sull’idea delle “card” per i vaccinati al Coronavirus in Campania. Nella consueta diretta Facebook del venerdì, il presidente della regione Campania ha ribadito la sua intenzione di rilasciarla in tempi brevi e che anzi è già stata messa in produzione. Una card che sarà disponibile per i cittadini campani che si sottoporranno alle vaccinazioni, che proseguono senza sosta.

“Questa è la card per i vaccinati, l’abbiamo già messa in produzione”, ha spiegato Vincenzo De Luca in diretta su Facebook, “e la consegneremo a 4,2 milioni di cittadini della Campania. Non si tratta di un privilegio, ma di un servizio in più che diamo a chi lo vuole e nel rispetto della privacy”, ha sottolineato il presidente regionale. “Grazie al chip presente sulla card, sarà anche possibile fare prenotazioni sui treni dell’Alta Velocità o andare in ospedale senza dover fare in tampone e tante altre mille cose. La tessera è collegata alla piattaforma sanitaria della Regione ed è del tutto anonima”, ha spiegato ancora De Luca.

La card, insomma, non sarò un “beneficio” o un “privilegio”, ma sarà possibile ottenerla semplicemente chiedendola. Per utilizzarla, ha spiegato ancora De Luca, “basterà avvicinare il chip, che si trova sul retro della carta, a qualunque cellulare per avere la conferma dell’avvenuta vaccinazione. Si potrà saperlo in un secondo perché questa tessera è collegata alla piattaforma sanitaria regionale, non può essere vista da nessuno al di fuori della piattaforma sanitaria ed è del tutto anonima, certifica solo l’avvenuta vaccinazione quindi nessuna violazione della privacy. È un altro elemento di eccellenza campana”, ha proseguito De Luca, per poi aggiungere in tono polemico: “vi prego di non parlarne molto, se no va a finire che scatenano un’altra campagna di sciacallaggio. Metteteci sempre all’ultimo posto delle graduatorie nazionali, vi prego trattateci male, così stiamo tranquilli”, ha concluso De Luca.

Fonte Fanpage

Più informazioni su

Commenti

Translate »