Befana 2021: frasi divertenti per auguri speciali

Come già accaduto in occasione di Natale e Capodanno, anche mercoledì 6 gennaio 2021, giorno dell’Epifania e della Befana, sarà influenzato dalla pandemia di Coronavirus e dalla difficoltà, o addirittura impossibilità, di interagire faccia a faccia con i nostri amici e famigliari. Ma la festa che celebra la visita dei re Magi a Gesù bambino resta un’occasione per inviare a parenti e conoscenti messaggi d’auguri. Magari anche frasi divertenti, senza prendersi troppo sul serio. A ognuno la scelta di utilizzare una lettera, una mail, oppure una frase scritta sui social o attraverso app come Telegram e WhatsApp. Il nostro contributo è avere raccolto alcuni spunti (e immagini), da copiare così come sono oppure da variare a piacimento.

1) Frasi divertenti

A.B.I. – Associazione Befane Italiane. Gentili socie, vi preghiamo gentilmente di rinnovare entro il 6 gennaio le vostre tessere annuali. Auguri a tutte!

Abbiamo ricevuto il suo curriculum. Tra le tante candidate, è stata selezionata lei per aspetto e presenza. Passi a ritirare la sua scopa: è assunta!

Scusa, ma ho urgentemente bisogno di un favore. Mi potresti inviare una tua foto? I miei amici non credono che io conosca la Befana… A proposito: auguri!

La Befana sarebbe molto più utile se, anziché riempire le calze, riportasse tutte quelle che scompaiono dopo aver fatto la lavatrice. Buona Befana!

È previsto un improvviso abbassamento delle temperature per la notte della Befana. Mi raccomando, copriti bene!

2) Auguri per la Befana

Befanina, Befanina, fa ch’io trovi domattina, né regali né balocchi, ma il colore dei tuoi occhi, che mi dicon con calore: “È sol per te tutto il mio amore”.
(Filastrocca popolare)

Salutiamo la befana, che con la sua scopa di saggina la sfortuna spazza via! Che l’anno appena cominciato possa essere il migliore possibile, pieno di abbracci e coccole.
(Anonimo)

O cara Befana, prendi un trenino
che fermi a casa d’ogni bambino,
che fermi alle case dei poveretti
con tanti doni e tanti confetti.
(Gianni Rodari – Scrittore)

In ogni casa elegante c’è la porta principale per i signori, e c’è la porticina di servizio per i fornitori; ma non deve mancare la porta celeste per gli dei. Si potrebbe dire che la cappa del camino è il tunnel che congiunge la terra al cielo. […] Per colpa di certe convenzioni, e d’una diffusissima mancanza di coraggio ascensionale, forse questa porta è poco adoperata. Ciò non toglie che la porta della Befana sia la vera porta principale: la porta che si apre sull’universo.
(Gilbert Keith Chesterton – Scrittore)

La befana vien pianino
cala giù per il camino,
porta ai bimbi che son buoni
tante chicche, tanti doni.
Ma se buoni non sarete,
nella calza troverete,
come chicchi, come doni,
aglio, cenere e carboni.
(Maria Maltoni – Insegnante e scrittrice)

3) Frasi per l’Epifania

Vedere la stella. È il punto di partenza. Ma perché, potremmo chiederci, solo i Magi hanno visto la stella? Forse perché in pochi avevano alzato lo sguardo al cielo. Spesso, infatti, nella vita ci si accontenta di guardare per terra: bastano la salute, qualche soldo e un po’ di divertimento. E mi domando: noi, sappiamo ancora alzare lo sguardo al cielo? Sappiamo sognare, desiderare Dio, attendere la sua novità, o ci lasciamo trasportare dalla vita come un ramo secco dal vento? I Magi non si sono accontentati di vivacchiare, di galleggiare. Hanno intuito che, per vivere davvero, serve una meta alta e perciò bisogna tenere alto lo sguardo.
(Papa Francesco)

I magi non si misero in cammino perché avevano visto la stella ma videro la stella perché si erano messi in cammino
(San Giovanni Crisostomo)

I tre santi Re Magi d’Oriente
chiedevano fermandosi in ogni città:
“O donne, o fanciulle, sapreste dirci
la strada per Betlemme dove va?”
Né giovani né vecchi lo sapevano
e essi riprendevano il tragitto,
ma una cometa dalla chioma d’oro
or li guidava come una lanterna.
La stella sulla capanna di Giuseppe
alfine si fermò e i santi tre re Magi
alla soglia si poterono affacciar;
muggiva il bue, piangeva il bambinello,
e i Re Magi cominciarono a cantar.
(Heinrich Heine – Poeta)

Magi, voi siete i santi più nostri,
i pellegrini del cielo, gli eletti,
l’anima eterna dell’uomo che cerca.
(David Maria Turoldo – Teologo e scrittore)

Commenti

Translate »