Agerola, Centrosinistra unito: trattative sul tavolo per il post-Mascolo

Più informazioni su

Agerola, Centrosinistra unito: trattative sul tavolo per il post-Mascolo. Rischiano di slittare a settembre le elezioni Comunali. L’emergenza coronavirus continua a caratterizzare l’Italia e la Campania e così anche ad Agerola le amministrative potrebbero subire uno slittamento di qualche mese.

Al momento non c’è nulla di ufficiale, ma il Viminale starebbe seriamente prendendo in considerazione quest’ipotesi. Mesi in più che, ad Agerola, serviranno eventualmente alle forze politiche per trovare nuovi equilibri visto che appare certo il rimescolamento delle carte. Il centrosinistra ripartirà dall’alleanza tra Partito Democratico e Italia Viva, al di là di quelli che saranno gli sviluppi nazionali dovuti alla crisi di governo innescata dal partito di Matteo Renzi. Resterà fuori invece dall’alleanza il Movimento 5 Stelle, che potrebbe scendere in campo con una lista autonoma. La macchina elettorale tuttavia si è già messa in moto nel centrosinistra, che dovrà individuare il successore di Luca Mascolo. L’attuale sindaco è infatti al suo secondo mandato e, quindi, non potrà ricandidarsi. Restano dunque i contatti tra Pd e Iv, assi portanti della civica Nuovamente Agerola che, da 10 anni ormai, amministra la cittadina agerolese.

I nomi in campo sono quelli che circolano ormai da settimane: a partire da Tommaso Naclerio (consigliere con delega al Turismo), continuando con il vicesindaco Andrea Buonocore (da poco diventato papà), Matteo Ruocco (assessore ai Lavori Pubblici) o Regina Milo (delegata all’Istruzione). Ma non sono escluse novità, visto che è iniziata anche la ricerca di volti nuovi e giovani, che non hanno fino ad ora avuto incarichi amministrativi. E sono giorni di lavoro anche per la minoranza. Appare difficile ricomporre tutte le anime del centrodestra, al momento diviso in due: da un lato l’area del gruppo di opposizione Per Agerola, che potrebbe avere il sostegno sia dell’ex parlamentare Antonio Milo che della Lega. Dall’altro, il gruppo che fa capo all’ex sindaco e deputato Michele Pisacane, che potrebbe decidere di riprovare la scalata alla fascia tricolore.

Fonte Metropolis

Più informazioni su

Commenti

Translate »