Accolto il ricorso: in Campania le scuole medie e le scuole superiori rientreranno in classe il 1 febbraio

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha accolto il ricorso presentato da alcuni genitori. Gli alunni delle scuole medie e le scuole superiori dovranno rientrare alla didattica in presenza il 1 febbraio. Le ordinanze restrittive della Regione Campania, diametralmente opposte rispetto a quelle nazionali, non hanno generato effetto in quanto la seconda sentenza da parte del TAR Campania, che già nelle scorse ore aveva “riaperto” alla didattica in presenza per gli alunni delle classi quarte e quinte per la scuola primaria, ha stabilito per il rientro effettivo. Bisognerà capire quali saranno le indicazioni in base alle percentuali in presenza per gli alunni, una percentuale che va tra il 50 e il 75 per cento, prevista già dal DPCM emanato dal governo e non potrà scendere sotto questa soglia.

Nelle prossime ore, si attendono sviluppi in merito alla sentenza del TAR Campania, a meno che la Regione Campania non impugni il tutto in quanto potranno poi dimostrare che non esistono le condizioni per il rientro in classe.

a cura di Michele Vario

Commenti

Translate »