Piano. Ultima strisciata per Salvatore Notturno

Non senza rammarico salutiamo Salvatore Notturno, dipendente del Comune che va in pensione, a cui anche noi dell’UNITRE di Piano dobbiamo tantissimo, per disponibilità e organizzazione. L’augurio è che possa godersi un meritatissimo e tranquillo  riposo in famiglia.

Salvatore Notturno, ha gestito la Biblioteca e il Centro Culturale di via delle Rose, a Piano, con lo spirito del buon padre di famiglia e con le competenze che andavano oltre quelle richieste dal suo ruolo. In poco tempo è riuscito ad informatizzare tutti i prodotti culturali, inserendoli, in un portale IPERTECA, aperto a tutti, e predisposto per conferenze avvenute e che avverranno. La serie dei cicli di Tracce, Sirene, Archeologia sviluppatisi per oltre un decennio sono tutti fruibili. Tra essi non ci tratteniamo dal ricordare la presenza di persone insigne come Massimo Osanna, oggi Direttore Generale dei Musei Italiani, e tante altre personalità di spicco del mondo dell’archeologia, filosofia, storia e arte.

Salvatore Notturno in un post risponde : Grazie, grazie, grazie, è vero, la biblioteca era diventata la mia seconda casa e in qualche circostanza vi ho anche dormito quando per dare il mio supporto tecnico alle centinaia di conferenze di altissimo livello che si svolgevano nel centro culturale, perdevo il treno. Certo le soddisfazioni sono state tante, come essere riuscito a digitalizzare il catalogo cartaceo su “Iperteca.it”, conoscere e vivere in mezzo a ragazzi meravigliosi (avevamo una presenza giornaliera di circa 100 universitari al giorno), collaborare con le varie associazioni che avevano sede in biblioteca, conoscere persone di grandissima umanità e livello culturale che mi hanno permesso di maturare e crescere, ringrazio le varie amministrazioni che si sono succedute e che mi hanno sempre sostenuto e mai ostacolato nella gestione della biblioteca. Un ringraziamento particolare ai miei colleghi che con la loro disponibilità e professionalità hanno permesso l’apertura e mai un giorno di chiusura della biblioteca. In questo momento la biblioteca è in ristrutturazione, ma l’anno prossimo riaprirà più bella e confortevole e chi mi succederà, saprà gestirla sicuramente con amore e professionalità, il solco è stato tracciato. Grazie, grazie, grazie per le belle parole e le manifestazioni d’affetto con l’augurio di un felice anno nuovo

Generico dicembre 2020

Commenti

Translate »