Su Facebook “Una matita per un sorriso”, asta benefica di tavole d’autore. I particolari

L’associazione “Irno Comix & Games” di Baronissi presenta “Una matita per un sorriso”, progetto natalizio che prevede una raccolta fondi, il cui ricavato sarà interamente devoluto in attività rivolte ai bambini e i ragazzi con disabilità.

L’iniziativa è partita da alcune settimane e vede di in volta dei disegnatori mettere all’asta una loro tavola o disegno. Si tratta di artisti nazionali che hanno aderito all’iniziativa benefica. L’intero ricavato delle aste che si tengono su Facebook sulla pagina di Irno Comix & Games sarà devoluto in beneficenza ,tanto che il costo di spedizioni dei disegni, offerti dagli artisti è a carico dell’associazione promotrice.

In questi giorni è in corso l’asta di una tavola di Lazarus Ledd ideato dal compianto Ade Capone e realizzata dall’artista Giuseppe Di Bernardo , disegnatore per la Star Comics e non solo. Jacopo Brandi alle Chine. Caratteristiche: Disegno su cartoncino realizzato a china. Ogni post contiene anche il prezzo di base e l’asta sarà vinta  da chi nei commenti avrà scritto l’offerta più alta. La scadenza è per il 31 dicembre a mezzanotte.

Le prossime aste a partire dal 1^ gennaio 2021 vedranno come protagonisti per una settimana ciascuna Luigi Siniscalchi, Giuseppe Di Bernardo e Luca Raimondo.

Precedentemente hanno aderito Bruno Brindisi, Giorgio Pontrelli, Lorenzo Ruggiero e Alessandro Nespolino

L’ obiettivo di tale progetto è stimolare questi bambini/ragazzi speciali, che hanno sofferto e soffrono l’emergenza Covid-19 che li ha “reclusi”. Tutto ciò comporta un cedimento dello stato fisico ed emotivo e favorisce la chiusura in se stessi.

LE ATTIVITÀ. I laboratori si svolgono secondo una metodologia che promuove e sostiene la conquista di livelli sempre più maturi di autonomia e di competenza in campo motorio, socio-affettivo, cognitivo e relazionale. Alcuni laboratori sono in prevalenza volti a sviluppare le abilità manuali, attraverso l’uso di varie metodologie espressive, altri invece sono prevalenti attività più legate al “movimento”. Non mancheranno momenti di autogestione, al di là delle attività strutturate, come la possibilità di ascoltare musica, di vedere video e film, leggere, chiacchierare e socializzare liberamente. Così come non mancheranno momenti di festa. Come le attività di laboratorio, anche le attività libere e di gioco sono aperte ai cittadini, nell’ottica dell’integrazione con il territorio.

Regalarsi o regalare una tavola di un disegnatore e nello stesso tempo rendere un po’ più dolce la vita a questi ragazzi è una concreta realtà, basta partecipare all’asta su facebook che è in corso sulla pagina di Irno Comix & Games.

Commenti

Translate »