Sorrento, una maestra e tre alunni positivi al Coronavirus: giusta la preoccupazione, ma la situazione è sotto controllo

Più informazioni su

Sorrento, una maestra e tre alunni positivi al Coronavirus: giusta la preoccupazione, ma la situazione è sotto controllo.  C’è preoccupazione a Sorrento ed in tutta la sua costiera dopo l’esito dei test cui sono stati sottoposti alcuni dei bambini che frequentano la scuola paritaria Santa Maria della Pietà. A far scattare l’allarme un malore improvviso che ha colpito la docente. Immediatamente, il pensiero è scattato in direzione del Covid, ragion per cui è stato richiesto l’intervento dei sanitari impegnati in piazza Angelina Lauro nello screening della popolazione predisposto dall’amministrazione comunale grazie ai test antigenici donati dalla Msc Foundation.

E gli esami rapidi hanno sancito che tanto la maestra, quanto tre dei suoi alunni, sono positivi al coronavirus. Tutti sono poi stati sottoposti ai tamponi nasofaringei che sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno di Portici per ottenere la conferma della loro positività. Nel frattempo si tenta di capire come abbiano contratto il virus e se il loro contagio sia avvenuto all’interno dell’istituto scolastico.

Il sindaco Massimo Coppola, infatti, ha intrapreso un percorso in controtendenza rispetto a quelli dei suoi colleghi della zona che hanno deciso unitariamente di mantenere attiva la didattica a distanza per tutti gli studenti almeno fino al termine delle vacanze natalizie. E questa vicenda ha riacceso i dibattiti sulla reale necessità della didattica in presenza in un momento come quello che stiamo vivendo.

Sicuramente è più che naturale e giusto preoccuparsi, ma la situazione resta comunque sotto controllo. I bambini sono tutti in sicurezza ed è in atto una normale prassi rispetto a quelle che sono le normative di contenimento del Coronavirus. Ricordiamo che la situazione va gestita in un paese civile, altrimenti dovremmo rinunciare allo sviluppo ed alla cultura. Siamo l’ultimo paese in Europa al livello di istruzione con il Covid e la regione Campania è l’ultima in Italia. Ricordiamo, inoltre, che la percentuale di contagi in ambiente scolastico è dello 0,33%, veramente minimale. Ingigantire dei casi sarebbe controproducente. Purtroppo viviamo in un momento caratterizzato da questa patologia, con la quale dobbiamo convivere, a meno che non vogliamo rinunciare totalmente alla vita civile, in quanto è probabile che avremo a che fare con questa problematica ancora per un altro anno.

Più informazioni su

Commenti

Translate »