Papa Francesco prega per i marittimi – anche della penisola sorrentina – bloccati sulle navi a causa della pandemia

Questa mattina, dopo la preghiera dell’Angelus, Papa Francesco ha voluto dedicare un pensiero a tutti i marittimi che si trovano da mesi bloccati sulle navi a causa della pandemia e non riescono a far ritorno alle proprie case. Un tema che tocca da vicino anche la penisola sorrentina che conta molti suoi cittadini a bordo di navi costrette a restare in zone lontane dall’Italia in attesa di poter far ritorno e riabbracciare i propri cari.

Il Papa ha affidato tutti i marittimi e le loro famiglie alla Vergine Maria, Stella Maris, affinché doni loro il conforto necessario per affrontare questo momento difficile.

Ecco le parole del Pontefice: “Cari fratelli e sorelle, la pandemia di coronavirus ha causato un particolare disagio ai lavoratori marittimi. Molti di loro – si calcola circa 400.000  in tutto il mondo – sono bloccati sulle navi oltre i termini dei loro contratti e non possono tornare a casa. Chiedo alla Vergine Maria, Stella Maris, di confortare queste persone e tutti quelli che vivono situazioni di difficoltà, ed esorto i governi a fare il possibile perché possano ritornare dai loro cari”.

Commenti

Translate »