Monza-Salernitana ore 16.Balotelli in campo per sferrare l’attacco decisivo alla capolista  

Dopo un mese di preparazione l’attaccante bresciano è pronto per giocare uno spezzone in campionato contro la Salernitana

Serie B in TV oggi e stasera mercoledì 30 dicembre
Ecco tutte le partite di calcio in TV mercoledì 30 dicembre:

15.00 – Cittadella-Lecce DAZN (Serie B)
15.00 – Pescara-Cosenza DAZN e DAZN1 (Serie B)
15.00 – Pordenone-Reggiana DAZN (Serie B)
15.00 – Reggina-Cremonese DAZN (Serie B)
16.00 – Monza-Salernitana DAZN (Serie B)
17.00 – Pisa-Frosinone DAZN (Serie B)
18.00 – Empoli-Ascoli DAZN (Serie B)
18.00 – Vicenza-Virtus Entella DAZN (Serie B)
18.00 – SPAL-Brescia DAZN (Serie B)
21.00 – Chievo-Venezia DAZN e DAZN1 (Serie B)

continua su: https://www.fanpage.it/sport/calcio/serie-b-in-tv-oggi-e-stasera-monza-salernitana-dove-vederla-cittadella-lecce-alle-15/
https://www.fanpage.it/

Il nastro all’avventura di Mario Balotelli con il Monza lo ha idealmente tagliato Brocchi, tre sere fa, a margine della quarta vittoria nelle ultime cinque giornate. «Sarà a disposizione contro la Salernitana, ma logicamente non dobbiamo commettere l’errore di pensare che sia pronto al 100%». Quel che resta del 2020 può regalare a Balotelli, allora, l’esordio con la nuova squadra. In un contesto non banale, lo scontro diretto con la capolista della B. E pure nei tempi d’inserimento, c’è un Monza dal passo ritrovato che non vede l’ora di immettere un Super Mario in più nel motore. «Si è allenato bene», confermava Brocchi che ieri – come da prassi – ha lasciato a un giocatore, Mota Carvalho, l’analisi pre-partita. Di certo il Monza ha preso per il verso giusto, distribuendo le energie fino a raggiungere il terzo posto, questa fase di campionato. E si presenta sul podio della cadetteria alla caccia dello scalpo di una Salernitana che galoppa con decisione. Dovesse giocare oggi, per Balotelli sarebbe il debutto in serie B. Intanto era presente nell’elenco dei convocati stilato ieri pomeriggio: la possibilità di arrivare fino a cinque cambi, novità di stagione, allarga le rotazioni e può favorirne la prima volta con i brianzoli.
IRROMPE SUPER MARIO. Galliani – che a Balotelli concede la terza, e ultimissima, chance della carriera dopo che già lo aveva voluto due volte al Milan – in un primo momento ha minimizzato («Ci serviva un attaccante in più, dopo il grave infortunio di Finotto»), ma la verità è che il Monza non smette di pensare in grande. Con tutta la cautela del caso, anche nel proporre a Mario una sorta di contratto a progetto: rinnovo automatico in caso di promozione. Balo, che l’ultima partita ufficiale l’ha giocata il 9 marzo – con la maglia del Brescia contro il Sassuolo al Mapei Stadium – ha firmato per 400mila euro con bonus legati a obiettivi personali ancora prima di quelli che si intrecciano con la conquista della serie A. Dallo scorso 7 dicembre Balotelli ha la testa rivolta a un solo obiettivo: anche per questo, Galliani non ha voluto attorniarlo da presentazioni ufficiali o solennizzarne l’arrivo. Troppo delicata, la storia recente di Super Mario per creare ulteriori aspettative. Così, nessuna variazione sul tema rispetto al compito di fare la differenza sul campo, magari a cominciare da oggi contro la Salernitana. Uno spezzone di partita, Brocchi può concederglielo.

COMPAGNI D’AVVENTURA. Di certo il ricordo corre veloce al primo Balotelli milanista, quello che sbarcava in rossonero nell’inverno 2013. E che a suon di gol – dodici – trascinava la squadra alla qualificazione in Champions League. Sarebbe stata anche l’ultima volta del Milan nel salotto buono d’Europa: gira e rigira, lo deve a Super Mario. Che ora ricomincia dal Monza, a trent’anni suonati, e dopo che nemmeno provare a rendersi profeta in patria – a Brescia, l’anno scorso – gli è riuscito. Balotelli volta pagina, ritrova Brocchi (che nel secondo mandato rossonero di Mario, nel 2016, era l’allenatore) e pure Boateng. Compagni d’avventura riuniti a distanza di anni, per un’altra missione. A proposito, Galliani in prima persona ha messo il veto all’ipotesi di Balotelli e Boa nella stessa casa, a Milano, in questi mesi di Mario al Monza. Così il ragazzo fa avanti e indietro dal centro sportivo di Monzello alla propria abitazione in Brianza con l’autista. E chi lo vede tutti i giorni lo descrive come sempre sorridente. Ora vanno solo tradotte sul campo le buone intenzioni.

fonte:corrieedellosport

Commenti

Translate »