Mauro Milanese, ex giocatore Napoli e Salernitana dove è andato a finire?

Più informazioni su

    Mauro Milanese, ex giocatore Napoli e Salernitana dove è andato a finire? Nato a Trieste nel settembre del 1971 e cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della Triestina, l’ex difensore italiano ha poi vestito le maglie di Monfalcone e Massese nelle serie inferiori per debuttare finalmente in maglia della squadra della sua città nel 1992 a 21 anni. L’esordio nella massima serie avverrà solamente nel 1994 con la maglia della Cremonese addosso. Da qui la sua carriera si colora di importanti successi a livello personale, arrivando ad indossare, tra le altre, anche le casacche di società storiche come TorinoNapoli e Parma.

    L’ESPERIENZA NERAZZURRA – E’ proprio dai ducali che, nell’inverno del 1998, passa all’Inter: nel corso della sua prima metà di stagione in maglia meneghina totalizza 9 presenze ed un gol in campionato. Risulta inoltre vincitore della Coppa UEFA alzata a Parigi dall’Inter – che sconfisse la Lazio con un secco 3-0, trascinata da Zamorano, Javier Zanetti e Ronaldo – senza tuttavia scendere in campo per un solo minuto nel corso della competizione. Nel corso della stagione successiva il tabellino presenze si alza a 15 in totale, esordiendo altresì in Champions League all’età di 27 anni. Nonostante l’utilizzo più frequente, le prestazioni non convincono Massimo Moratti a puntare su di lui, cedendolo nel mercato estivo del 1999 al Perugia con un trasferimento a titolo definitivo.

    DOPO L’INTER – E’ proprio a Perugia che Milanese riesce a scrivere la pagina più importante della sua carriera: milita nella formazione umbra per quattro stagioni, totalizzando più di 90 presenze con la maglia del club. Successivamente veste anche la maglia dell’Ancona – prima di tornare per una stagione a Perugia, Salernitana e Varese. Da ricordare anche l’esperienza in Inghilterra, dove vestì la maglia del Queens Park Rangers. Si ritira ufficialmente nel 2009.

    DOPO IL RITIRO – Intrapresa la carriera da procuratore, nel 2011 dà l’addio a quel ruolo per diventare direttore sportivo del Varese, squadra nella quale militò anche nel corso della carriera da calciatore. Il matrimonio dura fino alla primavera del 2014, mentre nell’estate dello stesso anno firma per il Leyton Orient, dove per alcune settimane svolse anche il ruolo di allenatore della prima squadra. Dal 2016 è amministratore unico della Triestina, squadra della sua città, fallita qualche tempo prima.

    Mauro Milanese (Trieste, 17 settembre 1971) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, amministratore unico della Triestina.

    Nella sua carriera ha vestito, tra le altre, le maglie di Torino (che lo acquista per 4,8 miliardi di lire), Napoli, Inter, Parma (prelevato per 3,5 miliardi), Ancona e Perugia. Nell’estate 2006, in seguito anche al fallimento della squadra umbra, va a giocare oltremanica, nelle file del QPR nella serie B inglese.

    Nell’estate 2007 va alla Salernitana nella Serie C1 italiana, dove da titolare con Andrea Agostinelli e con Fabio Brini in panchina vince il campionato che riporta la squadra campana in Serie B.

    Il 21 agosto 2008, essendogli scaduto il contratto con la Salernitana, ne firma uno nuovo con il Varese, con cui vince il campionato di Seconda divisione, mettendo a segno 2 reti in 29 presenze. Al termine del campionato abbandona il calcio giocato per diventare procuratore. Ritorna al Varese il 17 giugno 2011, come direttore sportivo al posto di Sean Sogliano; il 15 marzo 2014 viene sollevato dall’incarico.

    L’11 luglio 2014 è stato nominato direttore sportivo del Leyton Orient, ricoprendo anche il ruolo d’allenatore dal successivo 27 ottobre all’8 dicembre. Il 26 gennaio 2015 lascia l’incarico di direttore sportivo del Leyton Orient.

    Nel febbraio 2016 versa la cauzione di 100 000 euro per proseguire la gestione provvisoria della Triestina e il 12 aprile il Tribunale fallimentare di Trieste accetta l’offerta della cordata, con investitori australiani, che lui rappresenta che acquisisce così la società giuliana che partecipa al campionato di serie D e ne diventa l’amministratore unico.

    Più informazioni su

      Commenti

      Translate »