Il ‘maledetto’ Coronavirus non ferma i rossoneri (Audio)

Il direttore sportivo Amodio spera che il 13 dicembre si ritorni sul manto verde, gli allenamenti proseguono ed intanto la Lega Nazionale Dilettanti ha emanato una circolare che disciplina i rinvii causa covid delle gare del 13 dicembre

Sorrento – Il ‘maledetto’ Covid-19 non ferma il Sorrento ed il direttore sportivo Amodio spera che il 13 dicembre si ritorni sul manto verde.

Sul manto verde artificiale del Campo Italia si procede con gli allenamenti anche se come parla il ds Antonio Amodio: “Non va tanto bene perché stiamo avendo anche noi delle difficoltà e dei problemi con questo ‘maledetto’ covid”.

Ad inizio della settimana prossima i calciatori rossoneri saranno sottoposti al tampone e si vedrà  quale sarà il responso, e poi se ne faranno altri “prima della partita per valutare le situazioni”.

Giorno dopo giorno l’attesa per ritornare in campo si fa stressante mentalmente perché non giocando ogni sette giorni, si possono avere dei cali mentali non avendo stimoli, e “sicuramente vogliamo ritornare a giocare al campo Italia sperando di riprendere da dove ci siamo fermati, iniziare con una vittoria”. Però c’è sempre l’incognita dei tamponi e “speriamo che dopo aver avuto il loro esito che non ci sia nessun altro caso di covid, di ritornare a giocare”.

Intanto la Lega nazionale Dilettanti ha emanato un circolare che disciplina i rinvii causa covid delle gare del 13 dicembre, sotto riportiamo il comunicato emanato sul sito della lega:

“Il Dipartimento Interregionale ha pubblicato la circolare che disciplina i rinvii delle gare, a partire dal 13 dicembre, a causa dell’emergenza COVID-19. I punti salienti: Nell’eventualità in cui uno o più calciatori della squadra risulti/risultino positivo/i al virus SARS-CoV-2 a seguito dei test eseguiti entro le 72/48 ore precedenti la gara, la società ha l’obbligo di porre in quarantena, nel rispetto e secondo le modalità di quanto previsto dall’Aggiornamento del Protocollo dello scorso 2 dicembre, il/i soggetto/i e lo stesso/i non potranno essere schierati in campo.

Le gare saranno regolarmente disputate con tutti i calciatori risultati negativi ai test effettuati, salvo che il numero di quelli risultati positivi al test, sia superiore a tre. Nell’ipotesi in cui, invece, su tre calciatori risultati positivi ci siano più di un portiere o siano tutti e tre “under” e cioè calciatori nati negli anni 1999, 2000, 2001, 2002 e successivi, la società dovrà comunicare tale circostanza al Dipartimento, entro e non oltre le 24 ore precedenti, che espletate le opportune verifiche provvederà al rinvio della gara.

Qualora a seguito del ripetersi di positività, dopo due sessioni di test consecutive ed il relativo periodo di quarantena previsto per i calciatori interessati, siano più di cinque i giocatori nell’elenco, la società potrà procedere alla richiesta di rinvio della gara immediatamente successiva. Non saranno considerati nel computo del numero di calciatori superiori a tre, ai fini della richiesta di rinvio, i casi positivi che riguardano quelli inseriti nell’elenco comunicato al Dipartimento da meno di dieci giorni.

Per tutti gli approfondimenti consulta la Circolare”.

Audio su: https://www.facebook.com/messages/t/giuseppe.spasiano.10

GiSpa

Commenti

Translate »