Dramma sventato ad Amalfi, 39enne si taglia la gola: Carabinieri e Protezione Civile gli salvano la vita

Terrore ad Amalfi durante quella che pareva essere una tranquilla vigilia di Natale, un Natale 2020 dettato dalle restrizioni e misure anti contagio per l’epidemia da covid-19.

Un uomo di 39 anni è il protagonista della spiacevole vicenda che ha coinvolto forze dell’ordine e personale sanitario, in quello che sarebbe potuto tramutarsi in un folle gesto ed una tragedia della notte di Natale. L’uomo, in preda al panico per non aver potuto trascorrere le festività con i propri figli (a causa di un divieto di allontanamento dalla famiglia) ha tentato di togliersi la vita, puntandosi una lama alla gola e procurandosi diverse ferite. Alla richiesta d’aiuto sono immediatamente giunti sul posto i Carabinieri della Stazione di Amalfi, la Protezione Civile dei Millenium e personale medico del 118, tutti complici del gesto eroico che ha sventato il peggio.
A intervenire il maresciallo Giuseppe Flinio ex comandante della stazione di Positano e Giuseppe Oddo della protezione civile, sempre presente Millennium di Amalfi che ha anche cercato di confortarlo.

L’uomo è stato trasferito all’ospedale Ruggi di Salerno dopo essere stato stabilizzato all’ospedale di Castiglione di Ravello, fuori pericolo di vita, ma in stato di ovvia agitazione.Gli auguriamo buona guarigione e serenità di cuore.

Un ringraziamento particolare e gli auguri di un sereno Natale va alle forze dell’ordine, protezione civile e personale sanitario che, ancora una volta, hanno dimostrato di esserci.

Commenti

Translate »