Dizionario azzurro del 2020 !

A come Aurelio
Il patron azzurro . Ha compiuto 16 anni di presidenza azzurra. Quest’anno ha speso molto ma male. Petagna 12 milioni di euro non è un giocatore da Napoli. Osimhen si è infortunato e Bakayoko è lento. Rrhamani lo stanno cercando a chi l’ha visto. Squadra fatta male anche a causa dei dettami di un mister inadeguato al Napoli.

B Bilancio

Negativo, Neanche la vittoria in coppa Italia può risollevarlo. Si è fallito in campionato l’obiettivo Champions League. Questo basta e avanza per considerare il bilancio negativo.

C come Coppa Italia
Il Napoli ha vinto la coppa Italia il 17 giugno contro l’odiata Juve. La vincita della coppa Italia sebbene doppia però non riesca a salvare una stagione negativa.

D come Demme
Già il fatto che si chiama Demme già è importante. Poi in campo è l’equilibratore della squadra azzurra. Senza di lui il Napoli perde quel equilibrio necessario che serve in campo. Unico a saper portare il pallone avanti

E come Elmas

Avvilito da Gattuso e svilito dal Covid -19, il diamante macedone non brilla di luce piena. Potrebbe splende in mezzo al campo ma Gattuso è tanto bravo a svilirlo sulla fascia sinistra dove viene sistematicamente chiuso dal mediano avversario.

 

F come Fabian

È il giocatore più talentuoso del Napoli. Peccato che con Gattuso la sua classe sta pian piano svanendo. A rincorrere l’avversario non è arte sua. Lui può solo distribuire lampi di classe, Anche lui svilito da un allenatore tanto inadeguato quanto ottuso.

G come Gattuso È sicuramente l’allenatore più bravo a non fare giocare la squadra come si deve. È stato bravo a svilire tutti i giocatori. Da Meret ad Elmas passando per Mario Rui e Fabian Ruiz. Si trova in uno stato di confusione tattica unica. Nell’unico periodo in cui ha fatto giocare bene gli elementi chiave ha vinto la coppa Italia puntando anche ad una preparazione fisicamente. sprint della squadra Per il resto ha peggiorato la situazione in campionato e ancora la sta peggiorando.

H come Hamsik
Ci manca la sua classe  e la sua regia Stiamo aspettando di festeggiarlo.

I come Insigne
Capitano oh mio capitano. Sempre più degno d’indossare la fascia di capitano. Si sta accollando la squadra sulle sue spalle e il goal contro il Toro è un capolavoro di tecnica sopraffina. È diventato più maturo in barba a chi lo critica ancora.

 

Koulibaly

Lontano i tempi che primeggiava in difesa. Aiutato da Albiol che faceva il regista difensivo, si è trovato spesso a portare palla sbagliando il più delle volte in quanto munito sì di fisico prestante, velocità e anticipo ma tecnicamente poco abile a sostituire un regista difensivo all’Albiol. Talvolta appare svogliato e distratto come è combina pasticci.

L come Lozano
Vale per Lozano la stessa frase che Lino Banfi diceva ai tifosi della Longobarda “Mi avete preso per un coglion..” e loro rispondevano: “ Ma no sei un campion!” Quest’anno rivitalizzato dal senso di riscatto sta cercando di dare una mano in fase offensiva che difensiva, soprattutto. Ha imparato i movimenti che faceva Callejon e in un marasma generale si salva solo lui ed Insigne

M come Maradona
E’ stato , è e sarà il giocatore più forte di tutti i tempi. La sua morte ha straziato i cuori di due popoli interi come quello napoletano e quello argentino. È come se fosse morto uno di famiglia. Il suo genio pari alla sua generosità rimarranno indelebili nei cuori dei tifosi azzurri che per 7 anni hanno avuto l’onore. Il privilegio e la gioia di vedere l’essenza del calcio fatta persona è verso cui si può solo dire “Grazie di tutto”.

N come Notte magica e notte triste La notte magica
E’ stata la vittoria in coppa Italia contro la Juve Sembrerebbe banale ma cosi è La notte triste invece la prima senza Maradona. Il nostro re. Speriamo che come diceva il grande Eduardo “A nuttat sta passan”

O come Osimhen

Arrivato da “Carneide” della pedata mondiale, la gazzella negra ha stupito tutti per velocità e senso di appartenenza alla maglia. Ingolfato nel 4-2-3-1, riusciva a muoversi bene se lanciato in profondità. Insieme con Lozano formava una coppia di contropiedisti letali. Purtroppo come si dice a Napoli: “l’uocchie so pegge de scoppiettate” Si fa male seriamente e non si sa come e quando rientra.
P come Portiere
E’ il primo equivoco che doveva risolvere il Napoli e Gattuso. Gattuso per il suo modo di giocare preferisce Ospina, la società per il suo modo d’intendere il calcio, per valorizzare un acquisto giovane, vorrebbe Meret. Nella contesa Meret si è svilito e si è perso un giocatore-

Q come Quattro-due-tre-uno
E’ il sistema meno adatto al Napoli. Intanto perché obbliga di giocare con due centrocampisti e quindi essere sempre in inferiorità numerica e facilmente vulnerabili centralmente. In secundis perché Osimhen si trova ingolfato da tanta gente in attacco.

R come Rinvio

Doveva essere fatto primo. Ma l’arroganza bianconera ha prima prevalso con due assurdi gradi di giudizio sportivo poi grazie all’oculatezza del CONI è stato deciso di far giocare Juve –Napoli. Il Napoli, accettò di ubbidire agli ordini dell’dell’ASL Napoli 1, che impose al Napoli giustamente di non partire, in quanto nel Napoli c’erano due giocatori positivi al CV19 Zielinski ed Elmas. COVID 19 che i giocatori azzurri avevano contratto dopo la sfida con il Genoa Lo fece però con la morte nel cuore perché quel Napoli avrebbe vinto a Torino.  (avrebbe vinto con la Juve quel Napoli meglio messo in campo e più tonico e spumeggiante) ma si decise di rispettare gli ordini. Doveva essere rinviata anche Napoli-Genoa perché la squadra ligure si presentò a Napoli non sapendo i risultati dei tamponi. Cosa gravissima perché avrebbe potuto determinare un contagio di massa.

S come San Paolo
C’era una volta il San Paolo. Si chiamava così dal giorno del debutto. Secondo la leggenda San Paolo sbarcò da quelle partì quando lasciata la Palestina arrivò in Italia. Da quando il D10S non c’è più si chiama Stadio Diego Armando Maradona. Degno omaggio ad un extraterrestre che ha reso nobile lo sport più bello del mondo.

T come Tifosi
Ci mancano sugli spalti. Eccome- Ma bisogna avere pazienza Speriamo che con l’arrivo del vaccino e con la sperimentazione di nuovi farmaci si possa risolvere la pandemia ed i tifosi possano ritornare allo stadio.

U come Untore
Perin che ha infettato tutto il Genoa. Purtroppo la superficialità della Lega e degli addetti ai lavori hanno fatto sì che Napoli-Genoa si giocasse. A farne le spese Zielinski ed Elmas.

V come Vittoria
Facile dire che quella più importante è quella della finale di Coppa Italia. La vittoria da ricordare è quella con la Roma per 4-0 perché giocata con il cuore spezzato dalla morte di Maradona. La si è visto l’attaccamento alla maglia dei giocatori.

Z come Zielinski
Lo stiamo aspettando. Ma non riesce a giocarne tre di fila buone. Forse è avvilito dal ruolo di sotto-punta. Non riesce a trovare quelli spazi in cui inserirsi, un poco come faceva Hamsik. Di classe sopraffina difetta parecchio caratterialmente.

 

 

Commenti

Translate »