Covid, nel Salernitano tre decessi e la guarigione di una donna ultracentenaria in Costiera

Ancora vittime con covid nel territorio Salernitano. Ieri, sera è scomparso l’avvocato Leonardo Calabrese, imprenditore salernitano del settore della sanità privata. Aveva 86 anni ed era patron del Cedisa e della casa di cura “La Quiete” di Pellezzano dove si è sviluppato un focolaio covid. Lo stesso Calabrese era risultato positivo.

Ben due decessi tra ieri ed oggi nel Vallo di Diano. Questa mattina la notizia di un 73enne di Sassano ricoverato nel reparto Covid di Polla, deceduto nella notte per l’aggravarsi del quadro clinico dovuto al contagio. E’ la 32esima vittima contagiata nel Vallo di Diano. Appena ieri mattina un altro decesso: un 80enne di Montesano sulla Marcellana è deceduto nel reparto Covid di Polla dove era ricoverato da alcuni giorni. Si tratta della 31esima vittima nel Vallo di Diano.

Altri contagi all’interno dell’ospedale Ruggi di Salerno: sono risultati positivi un’infermiera e quattro pazienti nel reparto di Chirurgia d’Urgenza. Sono state subito avviate le indagini interne per capire come è avvenuto il contagio e quali i contatti avuti dai positivi. Sembra però che al momento del loro accesso in ospedale i quattro pazienti fossero negativi. Sarà importante risalire ai contatti dell’infermiera per capire se il contagio è avvenuto fuori dall’ospedale.

Quelli all’interno dell’ospedale sono solo 4 dei 220 nuovi casi resi noti domenica nel Salernitano nel report dell’Unità di Crisi. A Salerno 35 casi. I comuni con maggiori nuovi contagi sono: Battipaglia con 21, Nocera Inferiore 25, e Salerno 35.

Fa notizia la guarigione dal covid di un’anziana ultracentenaria. La signora Maria Carmela Dipino, di quasi 103 anni, la donna più longeva di Scala, in Costiera Amalfitana. Aveva contratto il virus pochi giorni prima del 9 novembre. Ora sta bene.
PINO D’ELIA RADIO ALFA

Commenti

Translate »