Capri si ribella alle disposizioni regionali e diventa gialla. Bar e ristoranti aperti sull’isola

Capri non ci sta e si ribella alle disposizioni del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e resta gialla, con bar e ristoranti aperti in questa domenica che precede il Natale. Un esempio per tutti contro la “schizofrenia” dei politici. Una scelta giusta contro le assurde prese di posizione “last minute” che creano confusione e danni non solo ai tanti commercianti ma anche ai cittadini. Da una parte ci sono le aspettative dei gestori dei bar e dei ristoratori che confidavano nelle decisioni meno restrittive assunte a livello nazionale ed avevano quindi già programmato i prossimi giorni investendo somme di denaro per l’acquisto di generi alimentari. Ma dall’altra parte ci sono anche i cittadini che avevano magari già programmato qualche giornata in modo diverso confidando nelle aperture previste in tutta Italia ma bocciate all’ultimo momento a livello regionale. Sarebbe stato sicuramente più giusto e corretto mantenere la misura adottata dal governo o, magari, comunicare le restrizioni con largo anticipo in modo da non danneggiare il lavoro di tanti commercianti e le aspettative di molti cittadini, già provati da un Natale che sarà sicuramente diverso dagli altri.

Commenti

Translate »