Capri, mercatini in stile Amazon: gli incassi in beneficenza

Capri, mercatini in stile Amazon: gli incassi in beneficenza. A Capri niente mercatini, ma ci si organizza in una speciale edizione on line, con un sistema alla “Amazon” tutto caprese.

Il consueto appuntamento con le casette di legno promosso ogni anno dal Comune di Capri per la vendita di prodotti natalizi rigorosamente realizzati a mano, con iniziative benefiche e incassi devoluti a scopo sociale, infatti, in considerazioni delle restrizioni e dell’attuale situazione, non ci sarà, anche se l’evento “in presenza” verrà comunque sostituito da uno “a distanza”.

E così se in questi dieci anni “La via del Natale”, il nome con il quale il Comune di Capri battezzò l’iniziativa dei mercatini di Natale, allestendoli in via Camerelle nei primi anni, per poi trasferirsi nei Giardini della Flora Caprense e poi in piazza Diaz, il piazzale della funicolare, “prolungamento” della piazzetta di Capri, avrà quest’anno un’agorà virtuale.

“Quest’anno non saranno allestiti i tradizionali mercatini natalizi – ha annunciato il Comune di Capri insieme agli espositori dei mercatini – ma è stata ideata un’iniziativa per non perdere lo spirito natalizio nonostante il momento difficile che stiamo vivendo”. E così è nato un “Comitato Mercatini di Natale 2020” che, attraverso una propria pagina Facebook, darà vita ad una edizione “digital” molto originale. “Da anni per noi hanno rappresentato momenti di convivialità, aggregazione, spensieratezza, divertimento e soprattutto spirito natalizio – hanno spiegato dal Comitato – e proprio per noi, che da anni abbiamo collaborato, sarà ancora più triste del solito, nel frattempo però la nostra creatività non si è fermata. Nessuno potrà fermare nel periodo più bello dell’anno la voglia di creare piccole cose fatte a mano e col cuore”. E con questo spirito è stato varato un “Amazon” tutto caprese. Nei prossimi giorni, infatti, il Comitato Mercatini di Natale, dopo aver dato una vita ad una pagina social, aprirà una vetrina online.

“Comodamente da casa – hanno spiegato – si potrà ammirare e decidere di acquistare dei piccoli pensieri realizzati a mano. Un modo per stare vicino e mostrare le nostre creazioni, in modo da non fermare mai l’handmade”.

Fonte Metropolis

Commenti

Translate »