Capri. L’Ascom appoggia la decisione dei sindaci di collocare l’isola in fascia gialla

L’Ascom di Capri, in una lettera inviata agli associati dal presidente Luciano Bersani, appoggia la decisione presa dai sindaci di Capri ed Anacapri di decretare per l’isola la zona gialla nei prossimi giorni: “Carissimi Associati, l’Ascom di Capri appoggia in pieno quanto disposto oggi (19 dicembre) dai Sindaci dei comuni di Capri ed Anacapri, i quali con due diverse ordinanze, hanno stabilito che dal 20 dicembre e fino al 23 sull’isola si applichino le norme della fascia gialla e non quelle della zona arancione disposta oggi per la Campania dal governatore Vincenzo De Luca. Pertanto i bar, i ristoranti e pub, le pasticcerie ecc. potranno aprire e svolgere servizio, anche ai tavoli, di non più di 4 persone, fino alle ore 18. I sindaci ritengono che la particolare condizione dell’isola e i controlli agli imbarchi garantiscano a sufficienza la sicurezza senza bisogno di ulteriori restrizioni, e intendono adeguarsi alle disposizioni del ministero della Salute (che prevederebbe da domenica 20 dicembre per la Campania la zona gialla) invece che quelle della Regione. La posizione dell’Ascom è in linea con Confcommercio Campania nel chiedere: “Il Prefetto sconfessi l’operato del presidente De Luca”. «È gravissimo il comportamento della Regione Campania che vuole bloccare bar, ristoranti e imprese commerciali.” “Disposizioni incomprensibili e inefficaci che rischiano di provocare gravissimi danni alle imprese senza avere utili ricadute sulla salute dei cittadini».

Commenti

Translate »