Campania, Anas: aperto al traffico il nuovo vincolo autostradale di Angri, in provincia di Salerno, di collegamento con la SS268 del Vesuvio

Più informazioni su

CAMPANIA, ANAS: APERTO AL TRAFFICO IL NUOVO SVINCOLO AUTOSTRADALE DI ANGRI, IN PROVINCIA DI SALERNO, DI COLLEGAMENTO CON LA SS268 “DEL VESUVIO”

  • opere innalzano livelli di sicurezza e riducono tempi percorrenza della statale 268, strategica per la viabilità non solo regionale
  • investimento complessivo di 52 milioni di euro 
  • fruibile l’intera statale 268, per i 31 km di estesa complessiva, gran parte dei quali già ammodernati

Aperto al traffico il nuovo svincolo di Angri, in provincia di Salerno, collegamento diretto tra la strada statale 268 “del Vesuvio” e l’autostrada A3 “Napoli-Salerno”.

Un investimento complessivo di 52 milioni di euro, prevalentemente facenti capo a fondi POR Campania-FESR ed in parte a valere sulle risorse liberate del POR Campania 2000-2006 e sul Contratto di Programma MIT-ANAS; gli interventi di realizzazione, eseguiti da Anas (Gruppo FS Italiane), rientrano infatti nel cosiddetto “Grande Progetto SS268”  di Anas e Regione Campania, nato allo scopo di potenziare ed ampliare un’arteria stradale che si configura quale principale via di fuga in caso di emergenza, per eventuali eventi legati alla attività vulcanica e sismica del territorio.

“Il nuovo svincolo di Angri – ha dichiarato la Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli – è uno snodo strategico per la viabilità non solo della Campania, rappresenta un altro tassello per potenziare la mobilità del Paese. È continuo l’impegno del ministero nell’offrire all’Italia un sistema infrastrutturale efficiente, sicuro e competitivo, anche con l’obiettivo di rilanciare l’economia attraverso investimenti in opere utili e significative per il Territorio”.

“L’apertura del nuovo svincolo di Angri rappresenta un tassello importante, fondamentale, all’interno del piano di realizzazioni che riguardano le infrastrutture in Campania, ha affermato il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Un investimento strategico per l’intera area dell’agro nocerino e dei paesi vesuviani, e che sblocca una delle arterie più importanti come la statale 268, lungo la quale continueranno le opere di riqualificazione e manutenzione. Un programma imponenti di interventi, che la regione porterà avanti con l’Anas sull’intero territorio regionale”.

“La nuova opera – ha dichiarato l’AD di Anas, Massimo Simonini – consente un significativo risparmio in termini di tempi di percorrenza da e per il salernitano. Determina, inoltre, un rilevante innalzamento dei livelli di sicurezza e percorribilità dell’intera statale 268, un’arteria stradale strategica per la viabilità non solo regionale per il cui potenziamento Anas ha dedicato un forte impegno”.

Per la messa in esercizio di questa nuova infrastruttura, Anas ha progettato e realizzato lo svincolo stesso, il piazzale del casello di esazione e la stazione di esazione per il collegamento con l’autostrada A3 “Napoli-Salerno”; inoltre ha realizzato l’impianto d’illuminazione sia dello svincolo che della stazione di esazione ed ha completato la realizzazione di tratti terminali delle rampe di raccordo con l’Autostrada.

La piena funzionalità dello svincolo si è resa possibile grazie all’espletamento delle attività poste in essere dal competente Ministero e dalla Società Autostrade Meridionali.

Nell’ambito dell’appalto ultimato, inoltre, viene messa in esercizio la bretella cosiddetta ‘Corbara’ – esclusivamente dalla rotonda di via Paludicelli in direzione della SS268 ed autostrada – di collegamento tra il tratto terminale della SS268 “del Vesuvio” (completamente ammodernato) e le viabilità dei Comuni di Sant’Antonio Abate (NA), Angri e Scafati, in provincia di Salerno.

L’apertura di questa bretella nell’altra direzione, è subordinata alle altre due bretelle già realizzate da Anas e consegnate ai Comuni di Angri e Scafati/Sant’Antonio Abate, cui spetterà l’emissione Ordinanza di messa in esercizio delle opere.

Con l’apertura al traffico di oggi, la circolazione può così fruire della intera tratta di SS268 pari a 31 km dal Comune di Cercola al comune di Angri e Sant’Antonio Abate, completando quindi la rete di collegamenti con le autostrade A1, A16, A30.

Focus lavori potenziamento SS 268 “Del Vesuvio”

La strada statale 268 “del Vesuvio” diventa quindi oggi completamente fruibile, per i 31 km di estesa complessiva, dal territorio comunale di Cercola a quello di Angri, tra le province di Napoli e Salerno, con svincoli intermedi, fino all’Autostrada A3.

Come è noto, l’infrastruttura è stata interessata, progressivamente, da lavori di manutenzione straordinaria e di raddoppio, finalizzati al potenziamento della strada statale.

Già ultimati i seguenti interventi di manutenzione straordinaria:

  • tra il km 0,000 (Cercola) ed il km 6,300 (Somma Vesuviana), nell’ambito dei quali sono state installate nuove barriere di protezione laterale, eseguiti lavori di pavimentazione con nuovi giunti di dilatazione, segnaletica verticale ed orizzontale, quest’ultima con “tacchettato sonoro” lungo la mezzeria.
  • tra il km 6,300 ed il km 7,100 (Viadotto San Domenico), l’installazione di nuove barriere stradali, combinate con fonoassorbenti, nuova pavimentazione stradale con relativa segnaletica e giunti di dilatazione;
  • tra il km 19,854 ed il km 30,500, interventi di rifacimento, in tratti saltuari, della pavimentazione stradale ed installazione di segnaletica verticale, oltre all’installazione nella tratta dal km 27,200 al km 30,500 di nuove barriere stradali, nuova segnaletica orizzontale con “tacchettato sonoro” lungo la mezzeria

Completati, inoltre, i lavori di raddoppio tra il km 8,100 (Somma Vesuviana) ed il km 19,854 (San Giuseppe Vesuviano), per un investimento complessivo di circa 80 milioni di euro; attualmente in corso di revisione la progettazione esecutiva per il tratto dal km 0,000 al km 8,100, lungo il quale è stata inserita in progetto la demolizione e la ricostruzione ex novo di tutte le opere d’arte principali, eccetto il viadotto San Domenico, interessato da interventi, in corso, di rinforzo ed adeguamento sismico.

Per la tratta dal km 19,854 al km 30,500 (in prossimità dello svincolo di Angri), inoltre, si è concluso lo studio di fattibilità tecnica e sono state eseguite le indagini propedeutiche alla progettazione definitiva.

Per tali interventi di raddoppio, in fase di progettazione, il contratto di programma Anas prevede un investimento complessivo pari a circa 400 milioni di euro.

Lungo la statale, inoltre, sono previsti altri interventi di manutenzione programmata, finalizzati – nelle more dei più radicali lavori di raddoppio – a migliorare gli standard di sicurezza dell’intera arteria: sono infatti in fase di avvio nuovi interventi per un investimento complessivo pari a circa 5 milioni di euro.

Focus investimenti in Campania

Anas in Campania gestisce circa 1350 km di strade statali e raccordi autostradali ed è impegnata nel potenziamento della mobilità campana sia con la realizzazione di nuove opere che con interventi di manutenzione programmata.

Oltre allo svincolo di Angri appena aperto al traffico (per un investimento complessivo di 52 milioni di euro), tra i lavori principali relativi alla realizzazione di nuove opere – per un investimento complessivo di circa 535 milioni di euro – vi sono:

–         in corso la realizzazione della variante di San Marco dei Cavoti alle statali 212 “della Val Fortore” e 369 “Appulo-Fortorina”, in provincia di Benevento (1° lotto-2° stralcio) per un investimento complessivo di 67 milioni di euro.

–      i lavori di adeguamento a 4 corsie della strada statale 372 “Telesina” 1° lotto dal km 37,000 (svincolo di San Salvatore Telesino) al km 60,900 (svincolo di Benevento), anch’esso in provincia di Benevento, per un investimento complessivo di circa 460 milioni di euro. Gara d’appalto integrato aggiudicata; in corso verifica requisiti con avvio della progettazione esecutiva prevista per l’inizio del prossimo anno.

–         già avviati – negli ultimi due mesi – altri tre interventi sulla strada statale 268 “del Vesuvio” (ovvero la realizzazione del nuovo svincolo di Sant’Anastasia ‘Madonna dell’Arco’, la bretella di collegamento di Somma Vesuviana, ex Ottaviano, e la viabilità interconnessa di Angri), per un investimento complessivo di circa 7,5 milioni di euro.

Il Contratto di Programma 2016-2020, inoltre, prevede investimenti finanziati per oltre 720 milioni di euro; interventi attualmente in fase di progettazione e che saranno appaltati nel prossimo biennio.

Decisamente significativo anche l’investimento per la manutenzione programmata che tra interventi in corso e di prossimo avvio (per un valore complessivo di circa 60 milioni di euro) testimonia ancora una volta l’attenzione dell’ANAS verso l’efficientamento ed il potenziamento del patrimonio infrastrutturale che gestisce.

Nel dettaglio, tra i lavori principali in corso, si segnalano:

– interventi di manutenzione sui viadotti ‘Volturno 1’ e ‘Calore’, lungo la SS372 “Telesina”, per un investimento complessivo di circa 6 milioni e 360 mila euro;

– interventi di demolizione e ricostruzione del ponte Santo Spirito al km 32,600 della SS90/bis, in provincia di Avellino, per un investimento complessivo di circa 4 milioni e 600 mila euro;

– i lavori di stabilizzazione dei costoni rocciosi incombenti sulla strada statale 163 “Amalfitana”, nei territori comuni di Amalfi, Conca dei Marini, Furore e Positano, in provincia di Salerno, per un investimento complessivo di oltre 5 milioni di euro;

– l’intervento di ripristino della transitabilità lungo la SS19 “delle Calabrie” ad Auletta, in provincia di Salerno, a seguito di un importante movimento franoso, per un investimento complessivo di circa 7 milioni di euro.

Già partiti anche gli interventi:

–    i lavori di nuova pavimentazione lungo tratte saltuarie del Raccordo Autostradale 9 “di Benevento”, lungo la SS372 “Telesina” ed SS752, per un investimento complessivo di 3,6 milioni di euro.

Di prossimo avvio:

–    l’intervento di risanamento strutturale del viadotto di scavalco alla autostrada A30 ed alla linea ferroviaria Napoli – Roma al km 40,210, sulla SS7bis “di Terra di Lavoro”, per un investimento complessivo di 3,5 milioni di euro;

Tra i principali lavori ultimati:

–          il rifacimento della pavimentazione lungo le strade statali 700 “della Reggia di Caserta” e 162/dir “del Centro Direzionale”, nel napoletano, ed i lavori di efficientamento energetico degli impianti tecnologici della galleria ‘Masso della Signora’ sulla Tangenziale di Salerno (SS18), per un investimento complessivo di 5,3 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

Translate »