BIENNALE DI VENEZIA 2020. SUCCESSO DELL’EGITTO AL PADIGLIONE DI ARCHITETTURA foto

BIENNALE DI VENEZIA -PADIGLIONE EGIZIANO DI ARCHITETTUTA

Generico dicembre 2020

Dr. Ali Abu Ghanima
Come di consueto nell’introdurre il nuovo e distinto, il Forum Architetti Mediterranei ha incontrato il team vincente dell’Egyptian Ward Design Competition for Architecture di Bienali Venice, il Dr. Mustafa Rabee e M. Riyad Al-Halabi è un laureato libanese del Dipartimento di Architettura presso il Università araba di Beirut, Tripoli e ramo M. Amr Allam e M. Ahmed Essam, che ha causato circostanze familiari nella sua incapacità di partecipare all’incontro, ma i suoi colleghi ci hanno fornito una spiegazione distintiva e si sono offerti di ringraziarlo.
Come al solito i nostri incontri al Forum, la diversità delle presenze e la molteplicità dei loro paesi, così abbiamo visto una presenza da Giordania, Egitto, Siria, Libano, Palestina, Arabia Saudita, Yemen, Italia, Gran Bretagna e la diversità delle loro attività e azioni, inclusi accademici, professionisti e architetti Niqabi e lo studente e questo ha arricchito il dialogo architettonico e la chat che ha iniziato a spiegare l’idea introducendo il Dr. Mustafa Rabe per l’idea che era interessata a presentare un progetto che riflette il significato reale e gruppi della società e hanno dovuto scegliere la categoria lavorativa e laboriosa per esprimerlo attraverso modelli come venditore di pane, industria, cacciatore e venditore Le verdure e altre persone laboriose sono semplici lavoratori perché forniscono un vero modello e significato alla società, sia mistica che apparentemente attraverso la sua spontaneità spontaneità e come può fondersi e convivere semplicemente e automaticamente perché funziona per un morso Vivere e sono le benedette g gruppo della società. Vivono insieme con semplicità e gentilezza, trasformano il loro vicolo festivo in luoghi di gioia semplicemente il loro potenziale e allestiscono tavoli per la colazione di gruppo, collaborano nella preparazione del cibo e arrivano il venerdì e nei giorni festivi in ​​sindacato e forme di convivenza pacifica e sociale.
La scelta della forma rettangolare del rione egiziano ha contribuito a farli lavorare per presentare un progetto per questo gruppo di società con tutte le loro storie e storie quotidiane divise da un lato alle loro personalità e vocazioni individuali e dall’altra sezione come una società coerente e unificata attraverso il interconnessione dei dettagli della loro vita quotidiana che alla fine è la vita del più grande gruppo della società egiziana.
Il reparto offre le caratteristiche ei dettagli di questa categoria della società egiziana, le loro vite e il lavoro attraverso dipinti, per lo più in bianco e nero, che erano tra più cornici e vari tipi di personaggi individuali e formazioni di gruppo in caso di categoria unificata e presentati come un modello che riflette la realtà Il tipo, spontaneo, spontaneo e cittadinanza di questo gruppo di società nella sua unità e interdipendenza. È stato presentato un video dell’idea, e con il suggerimento della maggior parte dei partecipanti di concentrarsi sulla lingua araba, ma piuttosto utilizzando il dialetto gergale egiziano, darà forza all’idea, e ci farà sapere al dottor Mustafa che nei giorni della mostra , il video sarà presentato in arabo, italiano e inglese.
La loro attenzione nell’usare i colori bianco e nero per dare forza all’idea, soprattutto che il Benali si tiene a Venezia e il suo pubblico sarà per lo più il multicolore, dando integrazione e forza allo spettacolo.
Il team vincitore, attraverso il progetto, ha voluto inviare un messaggio diretto, che è quello di evidenziare il ruolo di questo gruppo della società, che è assente e dimenticato nelle politiche e negli schemi e un messaggio indiretto che dice ai pianificatori di prendersi cura di questa categoria , non inquadrarli, capire la loro spontaneità e la loro spontaneità e come vivono. Per quanto riguarda il motivo per cui concentrarsi su un venditore vivente perché invia un messaggio che una vita è essenziale e importante per le persone e non solo per questo gruppo della società.
La chat è proseguita attraverso le domande e mi piace dell’idea e in casi di critiche e domande, ma la visione è stata positiva e incoraggiante per il team vincitore e la sua capacità di presentare un progetto distinto al reparto egiziano di Benali Venezia all’architettura Che sarà essere aperto nell’estate del 2021 nella città italiana di Venezia.
Grazie al team del Forum per aver organizzato l’incontro e seguito i suoi preparativi. La registrazione dell’incontro sarà mostrata sul sito del Forum, a Dio piacendo

Benali Venice Egyptian Pavilion for Architecture and Architectural Chat.
Dr. Ali Abu Ghanima
As usual in introducing the new and distinguished, the Forum Architetti Mediterranei met with the winning team of Benali Venice’s Egyptian Ward Design Competition for Architecture, Dr. Mustafa Rabee and M. Riyad Al-Halabi is a Lebanese graduate of the Department of Architecture at the Arab University of Beirut, Tripoli and M branch. Amr Allam and M Ahmed Essam, who has caused family circumstances in his inability to participate in the meeting, but his colleagues gave us a distinctive explanation and offer to thank him.
As usual our meetings at the Forum, the diversity of attendance and the multiplicity of their countries, so we saw a presence from Jordan, Egypt, Syria, Lebanon, Palestine, Saudi Arabia, Yemen, Italy, Britain and the diversity of their activities and actions, including academic, practitioners and architects Niqabi and the student and this enriched the architectural dialogue and chat that started explaining the idea by introducing Dr. Mustafa Rabe for the idea that was interested in presenting a project that reflects the real meaning and society groups and they had to choose the working and hardworking category to express this through models like bread seller, industry, hunter and seller Vegetables and other hardworking people are simple workers because they provide a real model and meaning to society, both mystical and seemingly through its spontaneity and spontaneity and how it can merge and coexist simply and automatically because it works for a bite Living and they are the blessed group of society. They live together with simplicity and kindness, transform their festive lane to places of joy simply their potential and set up group breakfast tables, cooperate in preparing their food and arriving on Fridays and holidays in syndication and peaceful and societal forms of coexistence.
Choosing the rectangular shape of Egypt’s ward contributed to making them work to present a design for this group of society with all their daily stories and stories divided from one hand to their individual personalities and vocations and the other section as a coherent and unified society through The interconnection of the details of their daily life which ultimately is the life of the largest group of Egypt’s society.
The ward offers the features and details of this category of Egyptian society, their lives and work through paintings, mostly in black and white, which were among multiple frames and various types of individual characters and group formations in case of unified category and presented as a model that reflects reality The kind, spontaneous, spontaneous, and citizenship of this group of society in its unity and interdependence. A video of the idea was presented, and with the suggestion of most attendees to focus on Arabic language, but rather using the Egyptian slang dialect, will give strength to the idea, and let us know Dr. Mustafa that in the days of the exhibition, the video will be presented in Arabic, Italian and English.
Their focus on using black and white colors to give strength to the idea, especially that the Benali is held in Venice and its audience will mostly be the multicolor, giving integration and strength to the show.
The winning team, through the project, wanted to submit a direct message, which is to highlight the role of this group of society, that it is absent and forgotten in policies and schemes and an indirect message telling the planners to take care of this category, do not frame them, understand their spontaneity and Their spontaneity and how they live. As for why focusing on a living vendor because she sends a message that a living is essential and important to the people and not just to this group of society.
The chat went on through the questions and likes of the idea and in cases of criticism and questions, but the vision was positive and encouraging to the winning team and its ability to present a distinguished project to the Egyptian ward in Benali Venice to architecture Which will be opened in the summer of 2021 in the Italian city of Venice.
Thanks to the team of the Forum in arranging to meet and follow up its preparations. The recording of the meeting will be shown on the Forum website, God willing

Commenti

Translate »