Presentata al comune di Cava de’ Tirreni la Casa della donna, contro la violenza di genere

Presentata al comune di Cava de’ Tirreni la Casa della donna, contro la violenza di genere.

“Il tratto comune tra queste donne? Nessuna ha portato con se oggetti frutto di esistenze significative, dai documenti scaduti fino ad un semplice rossetto. Segnali che la loro di identità era ormai stata sommersa da abusi e violenza in genere”.

Così, un operatore impegnato quotidianamente ad aiutare le vittime di violenza a lasciarsi alle spalle un vissuto particolarmente doloroso, esprime quanto comunicano le donne ospitate nella Casa della donna, denominata “Luna diamante”.

Si tratta della struttura ad indirizzo segreto che ha lo scopo di accogliere le donne vittime di violenza ed i loro figli, promossa dal Piano di Zona Ambito S2 in collaborazione con la cooperativa La Città della luna. Supervisore del progetto è il dr. Paolo Landi, psicologo e psicoterapeuta cognitivo comportamentale.

Dalla data di apertura di questa struttura, il primo aprile scorso, cui è seguita la presentazione ufficialmente ad agosto, sono sei le donne ed altrettanti i bambini ospitati. Si tratta di due persone italiane e quattro straniere. Tre complessivamente le esperienze concluse, con il raggiungimento dell’autonomia da parte delle donne.

Il profilo culturale è medio-basso. Violenza psicologica e fisica sono i maggiori bisogni emersi. Per tutte l’impegno è la ricerca di un lavoro e la conquista di un’indipendenza economica.

La cooperativa La Città della luna ha attivato una seconda Casa Rifugio a Lacedonia In provincia di Avellino denominata Luna smeraldo.

Il Piano di Zona S2 è impegnato sul fronte della violenza di genere con altri due progetti: “Io e tu”, per sostenere economicamente i figli delle vittime di femminicidio, e “Svolte” per Superare la Violenza con Orientamento, Lavoro, Tirocini, Esperienze formative.

Il Piano di Zona S2 ha all’attivo due Centri antiviolenza con sede a Minori (numero verde 800592814), gestito dal Centro Italiano femminile; ed a Cava de’Tirreni affidato all’Associazione Frida ( recapito 3473998842).

Il numero utile per contattare la Casa della donna è il 3607955768.

Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.

 

Commenti

Translate »