Meta, Peppe Tito ridà le deleghe ai servizi sociali ad Angela Aiello. Mistero sulle dimissioni del sindaco che senza Amato alla Regione potrebbe lasciare il PD. Chi può succedergli?

Più informazioni su

Meta, Peppe Tito ridà le deleghe ai servizi sociali ad Angela Aiello. Mistero sulle dimissioni del sindaco che senza Amato alla Regione potrebbe lasciare il PD. Tito è indubbiamente uno dei sindaci più in gamba della Penisola sorrentina, nel comune più piccolo ha i ruoli più importanti a livello sovracomunale, da Sorrento Cuomo ci ha provato, ma non si è neanche candidato alla Regione, Gennaro Cinque di Vico Equense è ora consigliere di minoranza, ma l’unico ad essere presente in un organismo sovra comunale, come la Città Metropolitana di Napoli è lui, in precedenza solo Sagristani di Sant’Agnello è arrivato a fare l’assessore alla provincia.

Peppe Tito ogni tanto parla di dimissioni, considerando la sua passione per la politica potrebbe essere legata alla possibilità di ricandidarsi, solo se si dimette prima di metà mandato, visto che c’è il divieto del doppio mandato e non potrà ricandidarsi. Ma il suo parlare di lasciare la politica potrebbe essere anche legato alla mancata elezione di Enza Amato, figlia di Tonino Amato, suo padrino politico, e caro amico, referente a tutti i livelli del primo cittadino metese, che si vede scoperto ed indeciso, tanto che con il PD non ha un rapporto sempre lineare, sopratutto con la sua sezione, e anche a livello di Città Metropolitana non ha seguito le indicazione del Partito Democratico avvicinandosi a De Magistris, che a sua volta rischia lo scioglimento per l’asse, inconfessabile al momento, del PD con il Movimento Cinque Stelle, palesato dalla nomina della Ciarambino in Regione.

Tito potrebbe anche essere stanco a sua volta di fare politica in questo contesto, ma crediamo che stia cercando di capire chi debba succederlo e cosa fare. Le donne sono più forti sembra, Aiello , più autonoma, e Testa, ma potrebbe spuntare Cacace.

all’Assessore AIELLO ANGELA vengono assegnate le seguenti materie:
PUBBLICA ISTRUZIONE – URBANISTICA – SANITA’ – RAPPORTI
CON LE FRAZIONI – LAVORO – RISORSE MARE – DIFESA DELLE
COSTE SERVIZI SOCIALI
all’Assessore TESTA ROSANNA
PERSONALE –– SERVIZI DEMOGRAFICI –– RAPPORTI CON ENTI E
PARTECIPATE – TRASPARENZA E ANTICORRUZIONE.
all’Assessore CACACE PASQUALE:
TURISMO – PROTEZIONE CIVILE – CORSO PUBBLICO – AMBIENTE
– ECOLOGIA –– POLITICHE GIOVANILI.
all’Assessore STARITA MASSIMO le seguenti materie:
PIANIFICAZIONE TERRITORIALE – DEMANIO – CONDONO –
VERDE PUBBLICO – MANUTENZIONE.
La delega di vice-Sindaco viene confermata in capo a Rosanna Testa.

Più informazioni su

Commenti

Translate »