MASSA LUBRENSE. BOOKSOPHIA. OGGI SI PARTE -PROGRAMMA E MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE. ANCHE IL LICEO MARONE PRESENTE

Massa Lubrense cuore della cultura in questi giorni in Penisola Sorrentina. Oggi encomiabile la partecipazione anche da tanti studenti della Costa di Sorrento e de Liceo Marone di Meta .
Ringraziamo Lucio Esposito per la notizia prestigiosa e le modalità per la partecipazione di questo evento importante per la Campania e il Sud Italia da sempre seguito da Positanonews . Al nastro di partenza. Il Covid non ci toglierà la voglia di parlare di cultura, la voglia di dare un’opportunità ai ragazzi, la voglia di mettere Massa Lubrense al centro del palcoscenico, sotto i riflettori. Non ci basta dire che siamo una terra con una storia antica e preziosa, vogliamo ribadire che siamo una terra con una visione.
Come partecipare a BookSophia.
1. scarica ZOOM (è gratis)
2. registrati con un account (è gratis)
3. guarda sulla locandina
4. clicca sul pulsante ‘Entra’ (vedi foto)
5. appare una finestra, ti chiede di inserire un ID (vedi foto)
6. vai sulla locandina e copia il numero che trovi sotto la conferenza che vuoi seguire (vedi foto)
7. entra. Accendi il microfono e la cam. Se non li hai, non ti preoccupare, puoi seguire lo stesso.
8. se non vedi subito l’ospite è perché la conferenza non è ancora iniziata e sei nella ‘sala d’attesa’. Tranquillo, appena scatta l’ora sarai online.
9. I tempi sono molto stretti (1 ora). Il prof parlerà per 40 minuti, poi il presentatore sceglierà alcune domande da porre. Se vuoi fare una domanda puoi scrivere nella chat oppure chiedere la parola e farla pubblicamente.
10. per tutti i dubbi e/o problemi puoi scriverci a: festivalbooksophia@gmail.com
Scaricate ZOOM (è gratis), cliccate sul pulsante ‘ENTRA’, scrivete il numero che trovate qui, vicino alla conferenza che vi interessa e il gioco è fatto.
Ore 8:30 – Saluti istituzionali (Id Zoom: 831 0108 1598)
Ore 9:00 – 𝐋𝐞𝐦𝐛𝐨 𝐝𝐢 𝐏𝐢𝐧𝐨. 𝐃𝐚𝐥 𝐩𝐚𝐩𝐢𝐫𝐨 𝐚𝐥𝐥’𝐞𝐛𝐨𝐨𝐤 (Id Zoom: 831 0108 1598)
Fino al III secolo d. C. il libro, nella forma cui siamo abituati, rimase una rarità. Il veicolo comune di trasmissione dei testi era il rotolo, nonostante tutti i suoi svantaggi. Per tutto il Medioevo l’arte dello scrivere fu patrimonio quasi esclusivo della Chiesa e venne coltivata nelle scuole annesse alle cattedrali o ai monasteri (scriptoria). Nei manoscritti medievali troviamo grande varietà di tipi di scrittura. Fu la nascita di un nuovo tipo di scrittura a rivoluzionare il mondo culturale e amministrativo dell’Europa…
Ore 10:00 – 𝐑𝐞𝐛𝐚𝐮𝐝𝐞𝐧𝐠𝐨. 𝐋𝐢𝐛𝐞𝐫𝐭𝐚̀: 𝐝𝐚 𝐯𝐚𝐥𝐨𝐫𝐞 𝐝𝐨𝐠𝐦𝐚𝐭𝐢𝐜𝐨 𝐚 𝐯𝐢𝐠𝐢𝐥𝐞 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐚𝐩𝐞𝐯𝐨𝐥𝐞𝐳𝐳𝐚 𝐟𝐢𝐬𝐢𝐜𝐚 (Id Zoom: 86709282466)
In un momento in cui le nostre esistenze patiscono restrizioni indotte dalla necessità di contenere – ed infine estinguere – il contagio pandemico, questa parola viene spesso distorta e brandita come scudo ideale da chi, invece, dimostra nella quotidianità una sconcertante noncuranza (per non dire disprezzo, in alcuni casi) verso i diritti individuali più sacri, quelli attinenti alla sfera corporea, sempre e comunque integrandi nelle priorità collettive. Durante la conferenza, si costruirà un percorso che induca a riflettere su cosa si intendesse per libertà nel mondo classico (soprattutto in epoca ellenistico-imperiale) e cosa sia divenuta nella nostra società.
Ore 11:00 – 𝐑𝐚𝐢𝐨𝐥𝐚. 𝐋𝐢𝐛𝐞𝐫𝐭𝐚̀, 𝐬𝐢𝐜𝐮𝐫𝐞𝐳𝐳𝐚 𝐞 𝐂𝐨𝐬𝐭𝐢𝐭𝐮𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐢 𝐭𝐞𝐦𝐩𝐢 𝐝𝐞𝐥 𝐂𝐨𝐯𝐢𝐝 𝟏𝟗 (Id Zoom: 87889900196)
L’ingresso del Coronavirus quale ospite indesiderato ha avuto come necessaria conseguenza per il suo potere altamente diffusivo e contagioso, una compressione dei diritti fondamentali di libertà individuale e collettiva che hanno sovvertito il nostro modo di vivere e di convivere.
Ore 12:00 – 𝐀𝐦𝐢𝐭𝐫𝐚𝐧𝐨 + 𝐄𝐬𝐩𝐨𝐬𝐢𝐭𝐨. 𝐈𝐥 𝐌𝐮𝐬𝐞𝐨 𝐝𝐢𝐟𝐟𝐮𝐬𝐨 𝐚 𝐌𝐚𝐬𝐬𝐚 𝐋𝐮𝐛𝐫𝐞𝐧𝐬𝐞 (Id Zoom: 81679188564)
Il “Museo diffuso a Massa Lubrense” è un progetto corale che ha visto la collaborazione di diverse realtà, tutte operanti attivamente sul territorio. Esperti ed appassionati di storia e cultura locale hanno messo a disposizione le proprie conoscenze e competenze. Si è creato un sistema di collaborazione tra la Proloco di Massa Lubrense, Archeoclub e Istituto Specialistico San Paolo (sede i Massa Lubrese) che ha avuto come scopo quello di incentivare la valorizzazione e la promozione del territorio.

Commenti

Translate »