Maiori, Parrocchie S. Pietro in Posula e S. Maria delle Grazie. La lettera alle famiglie del parroco Don Gennaro

Maiori. Don Gennaro, parroco di S. Pietro in Posula e S. Maria delle Grazie si rivolge alla famiglie con una lettera che riportiamo: «Carissime comunità cristiane di S. Maria delle Grazie e di S. Pietro in Posula, nonostante il momento ancora incerto, carico di dolore e di smarrimento a causa del Covid-19, ci apprestiamo a vivere il tempo santo dell’Avvento – Natale. Alla luce di tutto ciò gli inevitabili bilanci di fine anno non possono che registrare risultati negativi. Per noi Cristiani però, in vista del Santo Natale, non è tempo di bilanci negativi. Di fronte a Dio che si fa uomo, che viene a salvarci, tutto questo passa in secondo piano e possiamo solo gioire per questa unica Luce che viene ad illuminare il mondo. Da duemila anni, ancora oggi, in ogni angolo della terra, in ogni cuore umano, risuona forte e si propaga – altro che virus!!! – l’annuncio dell’angelo ai pastori: “Non temete vi annuncio una grande gioia, che è per tutto il popolo”. Il virus prima o poi sarà vinto, mai invece si esaurirà l’annuncio della presenza di Dio in mezzo a noi, che ama l’uomo a tal punto da mandare il suo Figlio sulla terra a “com-patire”, cioè a condividere la nostra condizione umana. Non preoccupiamoci se stavolta le circostanze della vita ci fanno tremare, dubitare, bloccare. E’ successo anche ai pastori alla vista dell’angelo: “Essi furono presi da grande timore”. E’ proprio allora che il Signore si incarna e viene nel nostro cuore a donarci il suo perdono, la sua tenerezza, la sua grazia. Mai avevamo visto gli ospedali così pieni, com’è accaduto a causa di questo virus; fino al collasso, al punto da non poter ricevere più pazienti! Questa emergenza sanitaria ci ha mostrato l’importanza e la necessità dell’opera dei medici e infermieri. Questo bisogno ci rimanda a Cristo, medico celeste che può guarire il nostro corpo e la nostra anima. Egli è venuto tra noi come medico, a consolare ogni uomo e a risanare ogni cuore ferito dal peccato. Alla luce di questo annuncio, auguro a tutti voi un Natale ricolmo di gioia e di speranza, certi che ogni male fisico e spirituale possa essere sanato, contando sull’assistenza di un “ospedale” che accoglie ogni infermo: LA CHIESA, la nostra comunità parrocchiale. In essa Gesù in persona è il medico che cura e risana, con la sua parola e con i Sacramenti, avvalendosi di una schiera innumerevole di “infermieri”, uomini e donne che lo testimoniano con la loro vita. A tutti voi un buon cammino di Avvento e un Santo Natale. Il vostro Parroco Don Gennaro”».

Commenti

Translate »