La psicoterapeuta Edda Cioffi a Positanonews TV “Resilienza chiave per zona rossa. Per i giornalisti importante la calma”

La psicoterapeuta Edda Cioffi a Positanonews TV “Resilienza chiave per zona rossa. Per i giornalisti importante la calma”  . Un momento importante questa sera in un incontro in streaming organizzato da Gigione Maresca con Monia Alloggio in studio . Ad oggi non disponiamo di molte informazioni sull’impatto psicologico di altre epidemie e pandemie in cui è stato necessario il distanziamento sociale. L’epidemia di Sars è stata associata a un aumento di stress e disturbo post traumatico da stress e altri problemi psicologici, la creazione di una routine, anche e soprattutto per bambini e ragazzi a casa da scuola, insieme all’uso delle tecnologie per mantenerci connessi con gli altri. Questo non vale solo per la didattica: anche luoghi di culto, palestre, uffici, possono consentire a fedeli, utenti e lavoratori di rimanere collegati mentre svolgono le loro attività. Per le realtà in cui questo non è possibile, l’ideale sarebbe trovare strategie e approcci da remoto che consentano di valutare lo stato di salute anche psicologica delle persone.

In secondo luogo, in caso di situazioni particolari, come episodi di violenza domestica e abuso su minori è necessario, secondo gli autori, valutare il rapporto rischio-beneficio del distanziamento sociale, mentre i servizi sociali dovrebbero trovare nuovi approcci nuovi e creativi per rispondere alle segnalazioni. Il terzo punto: anche i sistemi e i servizi che si occupano della salute mentale dovrebbero affacciarsi all’emergenza con un approccio creativo per aiutare chi è in difficoltà. Oltre alla telemedicina e a gruppi a distanza, un’ipotesi potrebbe riguardare la formazione di “gruppi non tradizionali” per fornire un “primo soccorso psicologico”.

La dottoressa Cioffi ha parlato sopratutto di resilienza e per quanto riguarda i giornalisti “di affrontare l’informazione con calma, citando le fonti , con equilibrio senza lasciarsi prendere dall’ansia..” Ha sottolineato che è importante la resilienza è definita come “il processo di adattarsi bene di fronte ad avversità, traumi, eventi tragici, minacce o altre fonti significative di stress” e il pensiero positivo che porta a migliorare la propria vita.

La Dott.ssa Edda Cioffi ha conseguito con lode la laurea magistrale in Psicologia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli e successivamente la specializzazione in Psicoterapia Sistemico Relazione presso la Scuola di Specializzazione I.P.R. di Napoli. L’anno seguente effettua il tirocinio annuale presso il Centro di Igiene Mentale di San Giorgio a Cremano – Asl Napoli 3 Sud e l’anno successivo supera l’esame di stato iscrivendosi all’albo degli psicologi campani. Durante tali attività pubblica testi quali: “Inconsapevolemnte” e un saggio ad argomentazione scientifica “La paura dell’IGNOTO”. Contemporaneamente vince il concorso per la formazione in qualità di docente di Filosofia e Psicologia TFA, diventando Professoressa e conseguendo l’abilitazione presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, con voto 99 su 100. L’anno seguente scrive la post-fazione del libro di Antonio Moccia contro la violenza delle donne: “Non picchiarla, non lo merita”. La Dott.ssa Cioffi attualmente esercita in qualità di Psicologa e Professoressa, partecipa a convegni ed effettua consulenze e sportelli di ascolto presso strutture scolastiche e non. L’anno precedente la specializzazione in virtù del suo lavoro di professoressa consegue il Master: “La gestione della scuola e il dirigente scolastico”. Frequenta inoltre corsi sulla sessoanalisi femminile e un corso in psicodiagnostica peritale. Scrive inoltre articoli di Psicologia per alcune testate giornalistiche. Attualmente riceve in qualità di Psicologa e Psicoterapeuta presso lo studio di Castellammare di Stabia.

Commenti

Translate »