Il Pino Sentinella

Oggi giornata Mondiale degli Alberi. Positanonews ha scelto il post di Claudio d’ Esposito Presidente del WWF Terre del Tirreno sul “Pino Sentinella”, che potete ammirare sulla S.S. 163 da Piano di Sorrento verso Positano a memento dell’amore per la natura che è amore per il Pianeta e per noi stessi.
Il Pino Sentinella veglia austero e carismatico su passanti, turisti e viandanti che, lasciandosi alle spalle il golfo di Napoli, si accingono a viaggiare nella mitica costiera amalfitana di fronte alle isole celebrate da Omero, dove echeggia ancora il canto delle Sirene.
Questa opera d’arte, che tutti possono ammirare, transitando sulla via Meta Amalfi, non sarebbe mai esistita senza quei “sognatori” che si battono per salvare gli alberi e la bellezza che rimane.
Se costoro non avessero insistito nel conservare l’albero “anche da morto”, tale tronco non sarebbe potuto mai rinascere dalle mani dell’artista Giusy Milone!
Quando è l’amore e la passione a muovere il mondo… allora… le cose possono anche volgere al meglio!
Per il WWF valorizzare tale albero vuol dire accendere i riflettori sui “grandi alberi monumentali”, che sempre più devono patire lo scempio delle motoseghe di chi non ama l’ambiente.
Nella giornata, che volge al termine, dedicata alla Festa Nazionale degli ALBERI, e in cui lo scrivente è stato oggetto di una dura levata di scudi da parte di un ordine di professionisti che si è sentito criticato e tirato in ballo per il loro operato, c’è da augurarsi che ognuno faccia una seria riflessione sullo stretto rapporto tra UOMO e NATURA e sulla necessità di “imparare a convivere con gli ALBERI” e, solo dopo, valuti il suo dire e il suo agire!
Claudio d’Esposito
Meta, 21 novembre 2020
Foto Giuseppe Del Santo

Commenti

Translate »