Quantcast

I Nas oscurano 20 siti internet dove si potevano acquistare farmaci anti-Covid

Più informazioni su

I Nas – Comando Carabinieri per la tutela della salute – svolgono una capillare azione di controllo sull’emergenza sanitaria da Coronavirus e nell’ambito di tale attività hanno oscurato 20 siti internet sui quali era possibile acquistare farmaci anti-Covid sottoposti, in realtà, a particolari restrizioni all’utilizzo clinico. Su tali siti venivano, tra l’altro, venduti medicinali a base degli antimalarici clorochina e idrossiclorochina, oltre agli antivirali lopinavir e ritonavir. Si tratta – come riporta Adnkronos – di principi attivi il cui utilizzo ‘off label’ per il trattamento del Coronavirus al di fuori degli studi sperimentali clinici era stato sospeso dall’Agenzia italiana del farmaco lo scorso mese di luglio.  Salgono così a 112 i siti oscurati dai Nas dall’inizio della pandemia.

Il Nas in una nota specifica che nel “rinnovare l’invito ad attenersi solo alle indicazioni fornite dagli organi ufficialmente preposti, consultando i relativi siti istituzionali, in merito alla presenza di offerte sul web di farmaci non autorizzati o di dubbia provenienza, ribadisce che la vendita e l’acquisto di ‘medicinali con obbligo di prescrizione’ attraverso internet non solo sono sempre vietati dalla normativa italiana, ma sono soprattutto estremamente pericolosi per la salute, non essendovi affatto contezza né della reale composizione degli stessi, né delle corrette modalità di produzione e conservazione, né degli effetti che la loro assunzione può cagionare. È, altresì, importante ricordare che l’offerta in vendita e la pubblicità dei ‘medicinali senza obbligo di prescrizione (Sop/Otc) possono essere effettuati on line solo attraverso i siti di farmacie ed esercizi espressamente autorizzati secondo quanto previsto dal decreto legislativo 24 aprile 2006 n. 219, il cui elenco è consultabile sul sito ufficiale del Ministero della Salute e riconoscibili attraverso il previsto Logo identificativo nazionale che deve essere chiaramente visibile su ciascuna pagina del sito web dedicata ai medicinali”.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »