Housing sociale a Sant’Agnello. Oggi alle 10:30 la protesta di fronte al Palazzo di Giustizia a Torre Annunziata

Housing sociale a Sant’Agnello. Continua la protesta delle 53 famiglie per chiedere alla Procura di Torre Annunziata di chiudere le indagini. E oggi la manifestazione sarà proprio fuori al tribunale. “Ore 10,30 Palazzo di Giustizia a Torre Annunziata. Aiutateci a spalancare quei cancelli ingiustamente chiusi il 18 febbraio!”, si legge in un post su Facebook.

Il grido d’allarme arriva da coloro che si sono aggiudicati gli appartamenti del comparto edilizio di via Monsignor Buonavenura Gargiulo sequestrato dal febbraio scorso dalla Procura di Torre Annunziata. Sequestro poi confermato dal Tribunale del Riesame. Da quel giorno, le famiglie – che hanno anticipato il pagamento di una caparra oltre a impegnarsi per gli arredamenti – stanno vivendo un vero e proprio incubo. Paure e preoccupazioni acuite anche dalla pandemia. Come andrà a finire questa terribile vicenda? Nel frattempo, siamo vicini alle famiglie.

La prima protesta in strada c’è stato qualche giorno fa, il 7 novembre a Sant’Agnello. “Sabato (7 novembre) alle ore 10,00 unitevi a noi per chiedere alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata la chiusura delle indagini!!! Tante volte ci avete chiesto come aiutarci è questo il momento! Unitevi a noi! Aiutateci ad ottenere giustizia! Ore 10,00 via Monsignor Bonaventura Gargiulo, Sant’Agnello”, avevano chiesto le famiglie. Vedremo che piega prenderà la protesta di oggi a Torre.

Commenti

Translate »