Quantcast

Garattini:” Sul vaccino bisogna essere cautamente ottimisti”

Più informazioni su

Garattini:” Sul vaccino bisogna essere cautamente ottimisti”

Silvio Angelo Garattini scienziato e farmacologo italiano, presidente e fondatore dell’Istituto di ricerche farmacologiche “Mario Negri, collegato via Skype a SkyTG 24. Ecco le sue parole al rigurdo del vaccino.

La funzionalità del vaccino al 90% significa che c’è una protezione del 90” Tuttavia tala protezione va confermata da dati. che adesso noi non abbiamo. Può essere pericoloso. In quanto il fatto di essere venuto a conoscenza che si ha un vaccino che funziona può portare la  gente a fare festa. Bisogna continuare a rispettare le regola anti CV 19.,  Bisogna essere molto contenti. Allo stesso tempo dobbiamo essere cauti perché non sappiamo se si tratta di un annuncio su dati preliminari della fase  o su la fase 3 totale, che è cosa ben diversa. Poi dobbiamo sapere  quali soggetti sono stati sottoposti a tale sperimentazione. Abbiamo adulti o anziani e nell’ambito della fase 3 bisogna sapere se i soggetti anziani hanno fattori di rischio sulla salute che sono quelli che hanno più bisogno  E’ necessario sapere gli effetti collaterali di questo vaccino. Sappiamo che gli effetti collaterali durano brevemente ma non sappiamo quali sono. Non sappiamo quando dura la protezione. Abbiamo tanti elementi  che c’indicano ad essere ottimisti ma con molta cautela. I dati devono essere pubblicati. Ci deve essere la massima trasparenza. Deve essere mantenuto in condizioni solide e quindi al fine di non denaturalo deve essere mantenuto a meno 80 gradi. Il problema è di farlo passare dalla condizione solido  a quella liquida per essere iniettato. Bisogna predisporre la gente a vaccinarsi. Si deve preparare nel tempo Quando potrebbe arrivare?  Difficile rispondere  Il primo quantitativo va agli  USA. Bisogna fare due iniezione a distanza di due tre settimane. In primavera potremmo avere un quadro più completo.G

Più informazioni su

Commenti

Translate »