Fiordo di Crapolla, una visita guidata tra natura, storia ed archeologia

Dopo la scoperta archeologica che ha portato al ritrovamento della base del romitorio situato alle spalle dell’abbazia benedettina , opportunamente Sirenland la company di trekking organizza per domenica 15 novembre una visita guidata “tra la collina ed il mare” al Fiordo con raccolta di mirto per il rosolio. L’appuntamento è per le ore 10 in Piazza S. Tommaso Apostolo nella frazione lubrense di Torca da dove la guida ambientale Deborah Di Bello guiderà gli escursionisti. Il fiordo di Crapolla, in zona B dell’Area Marina, fa parte del comune di Massa Lubrense ed è in stretto rapporto con l’abitato di Torca, di cui costituisce il naturale sbocco al mare. Il piccolo borgo, come altri centri della costiera amalfitana, assume il carattere di un paese di pescatori che vivono in montagna. Il sito di Crapolla e le sue architetture, i ruderi di epoca romana, l’abbazia benedettina, la torre vicereale sono state considerate quale bene culturale unitario: un vero e proprio “museo diffuso”. Questo obiettivo è stato fatto proprio anche dall’Area Marina Protetta. La visita consiste nell’attraversamento di sentieri poderali per poi giungere ai famosi 700 scalini che dalla collina digradano verso il mare. La vista è mozza fiato: gli isolotti de Li Galli – le isole delle sirene – Isca e poi Vetara. A sinistra Praiano e l’intero Golfo di Salerno. In questo luogo incantato nidifica il corvo imperiale. La visita guidata dura quattro ore.

Per contatti: sirenlandtours@gmail – 3319825263.

di Vincenzo Aiello

Commenti

Translate »