E’ morto l’industriale Andrea Merloni: aveva 53 anni

Più informazioni su

L’industriale Andrea Merloni, 53 anni, ex presidente di Indesit Company dal 2010 al 2013 e, insieme al gemello Aristide, figlio più giovane di Vittorio Merloni, è morto nella sua abitazione a Milano. La notizia si è diffusa nella tarda serata ed è stata confermata da fonti vicine alla famiglia. Al momento non sono note le cause del decesso, ma l’ipotesi più accreditata al momento è che si sia trattato di arresto cardiaco. Andrea Merloni, prima di guidare il colosso del bianco, nel quale ha lavorato per poco più di 19 anni, era stato a capo di Benelli Moto dal 1996 al 2004; è stato anche presidente della scuola di formazione manageriale Istao, dal 2011 al 2013.

Ad accorgersi del corpo esanime di Merloni – scrive il Resto del Carlino– sarebbe stata nella mattinata di lunedì una donna che abitualmente lo aiutava nelle faccende casalinghe. “La domestica sarebbe entrata in casa, trovandosi davanti la straziante scena. Inutili i soccorsi dei medici che al loro arrivo sul posto in quell’alloggio in piena area urbana del capoluogo lombardo hanno solo potuto constatare il decesso”.

Il Corriere della sera ricorda come Merloni “fu l’unico ad opporsi alla vendita di Indesit, come avrebbe voluto suo padre che negli ultimi anni prima di morire dovette nominare un tutore per una brutta patologia degenerativa”. Alla fine l’industirale dovette accettare la vendita perché “la famiglia così si espresse mettendolo in minoranza, per una valorizzazione complessiva di 758 milioni di euro. Gli americani comprarono il 60% dell’azienda, corrispondente a un 66% di diritti di voto. E poi lanciarono un’Opa sul flottante”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »