Dpcm: la tabella che aiuta a capire cosa si può fare e cosa no in base alla zona arancione, gialla e rossa

Più informazioni su

Covid in Italia. Molta la confusione a seguito del nuovo Dpcm e dell’Italia divisa in 3 parti. Per fare più chiarezza, iniziamo con segnalare la ripartizione tra le regioni. Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana, Umbria rientrano nella fascia gialla. Campania, Liguria, Puglia, Sicilia, Veneto nella arancione. Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta, Calabria, Bolzano e 10 Comuni della Provincia autonoma nella rossa.

Le domande sono molte: cosa posso o non posso fare? Riportiamo un semplice schema che può aiutare a comprendere le misure da prendere in base a dove ci si trova.

dpcm tabella

Tutte le aree devono osservare il coprifuoco dalle 22 alle 5, ma sono ammesse deroghe per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Sempre nelle tre fasce inoltre didattica a distanza al 100% per tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e terza media; capienza dei mezzi pubblici dimezzata (al 50%); musei e mostre chiusi; corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie chiusi.
Nelle regioni gialle e arancioni centri commerciali chiusi nei giorni festivi e pre-festivi, ma rimarranno aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole collocati al loro interno; inoltre didattica a distanza al 100% per tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado e terza media.

 

Più informazioni su

Commenti

Translate »