Capri, l’isola felice: addio al lockdown, riaprono le scuole

Capri, l’isola felice: addio al lockdown, riaprono le scuole. A Capri si attende la riapertura da domani delle scuole elementari. Un anticipo, rispetto all’ordinanza regionale che ha fissato almeno sino al 7 dicembre il mantenimento della didattica a distanza per tutti i bambini dalla seconda elementare in poi, richiesto in una nota congiunta dai due sindaci di Capri e di Anacapri.

La proposta è attualmente al vaglio del Governatore della Campania Vincenzo De Luca al quale i due primi cittadini isolani hanno anche fatto sapere che sulla terra dei Faraglioni si sono svolti, sia a Capri che ad Anacapri, tamponi a tappeto a tutta l’utenza coinvolta dalla possibile riapertura, ed oltre ai bambini e al personale scolastico, anche a familiari e conviventi dei giovani scolari. Nella missiva sottoscritta dai due primi cittadini, Marino Lembo e Alessandro Scoppa, è stato ancora una volta evidenziato che “la maggior parte degli alunni si reca ai plessi scolastici addirittura a piedi e quindi non utilizzano mezzi di trasporto che possono determinare occasioni di assembramento e di possibili contagio”. Ai vertici regionali è stato anche fatto notare che il territorio dell’isola di Capri “presenta delle peculiarità tali da renderlo differente da altre zone e posti della Campania.

Un’isola è di per sé – hanno spiegato i due sindaci isolani – una realtà distinta da quella della terraferma con confini naturali nel bene e nel male”. E nel ribadire il concetto di provvedimenti differenziati da comune a comune, dall’isola di Capri, dunque, sono in attesa di sapere se verrà accolta la richiesta di una ripresa delle attività in presenza dalla seconda classe della scuola primaria fino alla prima classe della scuola secondaria di primo grado a partire da domani mattina.

Fonte Metropolis

 

 

Commenti

Translate »