Campania, De Luca contro il Governo. Zona rossa ma la regione non ha un euro

Più informazioni su

Regione Campania. Giorni difficili per la nostra regione. Per questo l’arrivo della notizia che la regione è stata retrocessa da zona gialla a “rossa” ha il sapore della della sconfitta. De Luca ha vissuto l’intera gestione della seconda ondata della pandemia da parte del governo Conte come un attacco personale, e ha risposto a modo suo, a muso duro. Senza dare ascolto a tutti coloro che lo invitavano da settimane ad abbassare i toni, ne ha chiesto le dimissioni. “A parte tre o quattro ministri è un governo di incompetenti”, ha scandito nella sua settimanale diretta Facebook. 

A marzo De Luca capì subito che solo un lockdown generale poteva salvare la sua debole sanità regionale. I cittadini accettarono, in un clima generale di solidarietà, di restare a casa. De Luca li ha premiati aggiungendo ai soldi stanziati dal governo altri ristori ben distribuiti. Poi c’è stata la pausa estiva e il voto di settembre.

Oggi il virus dilaga e De Luca è senza un euro in cassa. Ad aprile la Regione Campania riuscì, grazie alla disponibilità dell’Unione Europea e del ministro Provenzano, a recuperare circa un miliardo tra i soldi non spesi nel periodo 2014-2020 e li ha trasformati in una pioggia di sussidi. 

Più informazioni su

Commenti

Translate »