Calcio, lettera di un tifoso bianconero apparsa all’esterno dello Stadio San Paolo

Una cosa è certa: al di là dei colori, della fede calcistica e sportiva la scomparsa di Diego Armando Maradona ha unito tutto il mondo in un unico dolore. Di seguito riportiamo una lettera scritta da uno juventino ed indirizzata al Pibe de Oro, trovata fuori a quello che tra poco tempo sarà lo stadio intitolato a lui:
“Caro Diego Armando Maradona,
mii chiamo Edoardo, 59 anni, napoletano, orgoglioso di esserlo, strenuamente difensore della mia città. Dalla mia adolescenza ad oggi, ho sempre tifato, nell’ambito calcistico, Juventus. Se oggi sono qui è perché ritengo giusto omaggiare il più grande uomo di sport ma anche un grande essere umano! Sì, perché al di là del calcio sei stato una grande persona dotata di una grande generosità soprattutto verso i più deboli del sud del mondo…Personalmente, caro Diego Armando Maradona, hai dimostrato al di là di essere stato il più grande calciatore che il mondo abbia mai visto e che mai più vedrà sul pianeta terra, di essere stato anche un uomo sensibile e altruista. Il tutto sempre con grande umiltà grazie al non aver mai dimenticato le proprie radici ed origini. E poi vorrei ringraziarti anche per aver incarnato un po’ i sogni di tanti di noi semmai aspiravano a diventare un po’ dei bravi calciatori…Infine un’ultima cosa: Grazie per aver fatto godere la mia città con quel gran gol sotto la pioggia in quel pomeriggio alla ‘mia Juve’! Ti abbraccio come un fratello. Non ti dimenticherò mai!
Edoardo”.

 

Commenti

Translate »