Anziano di Sulmona, positivo al Covid, muore dopo una notte in ambulanza. Per quattro medici si ipotizza il reato di omicidio colposo

Più informazioni su

Lo scorso 6 novembre l’80enne Attilio Caranfa, positivo al Coronavirus e cardiopatico, era deceduto all’ex pronto soccorso di Sulmona dopo aver trascorso una notte intera in ambulanza. La Procura della città abruzzese – come riporta FanPage – ha provveduto a notificare gli avvisi di garanzia a quattro medici, indagati per la morte dell’anziano. Per la precisione si tratta del medico curante che era stato in contatto con l’anziano prima del ricovero ed al quale l’80enne aveva chiesto di poter essere sottoposto a tampone nonché dei tre medici che hanno prestato le cure all’uomo mentre era in ambulanza in attesa del ricovero. Il decesso dell’anziano sembra da imputare ad un attacco cardiaco. L’ipotesi di reato nei confronti dei quattro medici è quella di omicidio colposo in concorso.

Si dovrà attendere l’esito dell’autopsia sulla salma dell’80enne che dovrebbe essere eseguita nei prossimi giorni e con la quale si dovranno accertare le cause della morte in modo da chiarire soprattutto se lo stazionamento prolungato all’interno del mezzo di soccorso abbia potuto contribuire al peggioramento dello stato di salute ed al decesso.

Più informazioni su

Commenti

Translate »