Vico Equense. Morto a 70 anni paziente con Covid, la rabbia del medico Francesco Somma

Più informazioni su

Una crisi respiratoria. Non è riuscito a superare il precipitare della situazione. È morto a 70 anni di Covid, il paziente che era ricoverato in terapia sub intensiva negli ultimi giorni. L’uomo di Vico Equense non soffriva di altre patologie. La sua scomparsa innesca la rabbia del medico Francesco Somma: “Oggi sono davvero arrabbiato. Ho saputo della scomparsa per Covid19 di un caro amico di Vico Equense. Una persona cortese e per bene come poche. Che mi mancherà. Sono incavolato perché ancora ieri sono arrivate notizie di nuovi contagiati tra i colleghi del comparto del nostro reparto d’ospedale. Sono furioso al pensiero di come siamo stati attaccati (persino da alcuni nostri colleghi medici) tutti noi che da settimane abbiamo gridato al vento la nostra preoccupazione. Sono sconcertato dal fatto che ancora oggi per strada ci siano capannelli di persone a sfumacchiare, allegramente accalcate, di fronte al tabaccaio sotto casa. Sono demoralizzato dal fatto che una stimata professoressa di Liceo in pensione rilanci post che sminuiscono il Covid e poi cancelli i miei commenti contenenti i dati scientifici sull’epidemia”. Ma Somma che vive l’emergenza Covid in corsia attacca: “Sono deluso dai politici, dagli scienziati, dai medici, dagli insegnanti perché non siamo riusciti a far comprendere la gravità della situazione che stiamo vivendo. Perché non siamo riusciti a far capire che il virus non sarebbe morto in estate. In ospedale posti non ce ne sono più! Come ve lo dobbiamo dire?? Non ce ne sono per gli infarti, per gli ictus, per le fratture. E fra poco neanche più per i Covid19 che hanno bisogno di ventilazione. Gli ospedali non hanno più percorsi puliti”. Condoglianze e vicinanza dal profondo del cuore alla sua famiglia ed ai suoi cari

Più informazioni su

Commenti

Translate »