Torre del Greco, aumentano i contagi da Covid-19 in maniera vertiginosa

Più informazioni su

Sale vertiginosamente la curva dei contagi e in città torna la psicosi. Ecco l’articolo di Francesca Mari, Il Mattino.

I 43 nuovi casi di Covid 19 nelle ultime 24 ore fanno temere che la città maggiormente colpita nella prima fase della pandemia, con oltre 100 casi e 20 morti, possa tornare nell’occhio del ciclone. Intanto, il sindaco Giovanni Palomba divulga un vademecum delle norme comportamentali per i positivi. Se fino alla settimana scorsa la curva dei contagi in città si manteneva più bassa rispetto ai Comuni limitrofi come San Giorgio in cui si contano oltre 200 contagi ed Ercolano oltre 100, negli ultimi giorni il Centro operativo comunale, presieduto dal sindaco Palomba, ha fatto registrare dai 13 ai 16 positivi al giorno portando il numero totale a 124 con sei ospedalizzati. Sebbene dal Coc abbiano rassicurato che non ci siano particolari focolai, come quelli della prima fase che partirono dalla scuola «D’Assisi-Don Bosco», e che si tratti di nuclei familiari variegati, ciò che preoccupa sono i positivi riscontrati in alcune scuole dell’infanzia come quella dell’Ic «Angioletti» e di alcuni nidi privati gestiti da suore. Infatti, per la positività di alcune maestre, molti bambini dai 3 ai 6 anni sono in attesa di tampone con molta preoccupazione dei genitori.

LE NORME
Intanto si sono aggravate le condizioni del diacono della chiesa S.Antonio Brancaccio, chiusa per Covid. L’uomo, che è anche un noto medico di base, nei giorni scorsi è stato spostato nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale del Mare ed è stato intubato. Ricomincia, in città, la corsa alle ambulanze con gli «incappucciati» per capire le zone in cui circola il virus e anche nelle chat delle mamme c’è preoccupazione per i positivi della platea scolastica. Vista la preoccupazione e le tante richieste, ieri il sindaco ha divulgato un vademecum sui corretti comportamenti dei positivi. Gli asintomatici restano in isolamento per almeno 10 giorni dopo di che fanno il tampone; i sintomatici positivi dopo 10 giorni di isolamento più almeno tre senza sintomi devono eseguire il tampone; gli asintomatici a lungo termine, in assenza di sintomi per almeno una settimana, interrompono l’isolamento solo dopo 21 giorni dalla comparsa dei sintomi; i contatti stretti dei positivi, se asintomatici, osservano una quarantena di 14 giorni dopo l’esposizione. «Viviamo una fase particolarmente delicata le parole del primo cittadino nella quale la proliferazione del contagio avviene in modo continuo e crescente, sotto gli occhi di tutti. Rispetto assoluto delle regole, è il monito, attraverso l’obbligatorio uso della mascherina ed il perentorio rispetto del distanziamento sociale».

Più informazioni su

Commenti

Translate »