Sorrento / Sant’Agnello. La dirigente del Turistico Paola Cuomo “Seguiti i protocolli, la scuola sta facendo un grande sforzo”

Sorrento / Sant’Agnello. La dirigente del Turistico Paola Cuomo “Seguiti i protocolli, la scuola sta facendo un grande sforzo”. Abbiamo sentito la dirigente dell’Istituto San Paolo di Sorrento al proposito dei timori  dei genitori di Positano e Praiano e ci ha assicurato che sono stati seguiti tutti i protocolli per il coronavirus Covid-19 e quindi il plesso ai Colli di Fontanelle di Sant’Agnello è sicuro. Si è trattato di un singolo caso di Covid, tracciato dall’ASL Napoli, e sotto controllo, non si può chiudere una scuola per questo.

Son oltre mille ( 1.000) studenti che si devono organizzare “Abbiamo attivato il Plesso dei Colli in tempi record e lo abbiamo sanificato completamente ad Agosto, un lavoro enorme. La sicurezza totale non esiste, ma noi abbiamo adottato misure rigidissime, ingressi diversificati alle 8 e alle 9, sanificanti, mascherine, un lavoro enorme su oltre mille studenti ”

Un grosso lavoro se si pensa anche ai numeri e ai plessi dell’Istituto.

L’Istituto Superiore San Paolo, formato da quattro scuole localizzate in tre Comuni, opera in un contesto territoriale, quello della Costiera Sorrentina-Amalfitana, che si caratterizza per la forte vocazione turistica e che costituisce un’eccellenza del comparto turistico regionale e nazionale. L’ Istituto San Paolo è dislocato su cinque sedi che insistono su tre comuni della Penisola Sorrentina.

L’edificio della sede centrale
La succursale o plesso del “Seminario”
L’edificio di Piazza Tasso
La sede di Sant’Agnello
La sede di Massa Lubrense

RINGRAZIAMO LA PRESIDE , COME TUTTI I DOCENTI ED IL PERSONALE PER QUELLO CHE FANNO. Rinnoviamo la nostra stima nella dirigenza, è davvero difficile gestire questo momento e lo stanno facendo nel migliore dei modi . Le scuole stanno seguendo il protocollo come per legge e sicuramente per motivi di privacy, non per mancanza di trasparenza , non possono dire più di quanto dicono e fanno. Capiamo i timori dei genitori, ma la scuola sta facendo un lavoro enorme per consentire a tutti di frequentare in presenza , come tutti auspichiamo, per lo sviluppo socio-culturale e psicologico, oltre che didattico, dei giovani.

Sono altre istituzioni che devono, eventualmente, decidere diversamente. Ministero, Regione e chi per competenza.

La scuola è sicuramente molto più sicura di tanti luoghi di aggregazione che vivono i giovani, la più sicura in assoluto, sotto accusa sicuramente il trasporto scolastico, e su questo la Regione Campania dovrebbe dare delle risposte.

Auguriamo a tutti buon lavoro e buon ritorno a scuola.

Nella foto di archivio PRE COVID una delle tante straordinarie manifestazione del San Paolo , una delle scuole più dinamiche e professionali in circolazione, che formano sicuramente al lavoro in territori come il nostro.

Commenti

Translate »