Sorrento. Pochi giorni al ballottaggio, le parole chiave per Massimo Coppola: “Trasparenza, Orgoglio e Visione”

Più informazioni su

Sorrento. Pochi giorni al ballottaggio, le parole chiave per Massimo Coppola: “Trasparenza, Orgoglio e Visione”.

– Pochi giorni al ballottaggio. Al primo turno lei ha ottenuto risultato importante. Se lo aspettava? Con che spirito si appresta ad affrontare questi due giorni che potrebbero incoronarla sindaco?

Quando le idee giuste camminano sulle gambe giuste tutto è più facile. Non a caso il nostro motto ‘il coraggio di cambiare’ dimostra questa volontà di rinnovare e innovare. Il risultato del primo turno è straordinario ma adesso bisogna realizzare il sogno, il nostro sogno. Abbiamo la possibilità unica di scrivere una pagina di storia per la nostra Sorrento. Mi avvicino a questo appuntamento con l’entusiasmo e la passione che hanno fin qui caratterizzato la nostra campagna.

– E’ stata una campagna atipica caratterizzata da misure di sicurezza, distanziamento e anche il caso della positività del candidato Fiorentino. Cosa ha insegnato a Sorrento il lockdown? Come questo ha influito sulla campagna elettorale?

Il lockdown ha palesato la totale incapacità della precedente gestione della macchina amministrativa. La gente si è sentita abbandonata, gli interventi messi in campo sono stati pochi, disorganizzati e nell’ottica di aiutare solo alcuni. La solita politica degli interessi di parte. La gente ha visto tutto questo, lo ha sottolineato anche durante le mie dirette social e il risultato del primo turno dimostra la voglia di rompere con il passato. Quei mesi ci hanno insegnato cosa fare ma anche come prepararci per far sì che nessuno rimanga indietro.

 – Lei parla di prevenzione, ha in mente già qualche misura in questo ambito?

La salute e la sicurezza dei sorrentini sono per noi un’assoluta priorità. Tra le prime azioni da mettere in campo quella dell’elisoccorso h24 in modo da poter garantire tale fondamentale servizio anche nelle ore notturne. Oltre a questo è più che mai necessario individuare una struttura comunale da adibire a centro per la raccolta sangue e garantire al contempo l’acquisto di reagenti necessari per eseguire i test sui tamponi. Azioni concrete per garantire la sicurezza sanitaria.

-Nei giorni scorsi in molti hanno lamentato disorganizzazione e pressapochismo nella gestione delle normative anti-Covid in questa fase. Per lei dove si sono registrate le maggiori carenze?

Se parliamo degli ultimi giorni le maggiori problematiche si sono registrate proprio in riferimento alla scuola. Oltre alla piena sicurezza dei luoghi bisogna essere scrupolosi nell’applicazione della normativa anti-Covid e dunque evitare assembramenti e garantire in piena sicurezza l’entrata e l’uscita degli studenti da scuola. Inoltre, altra grande pecca, non è stato attivato un servizio di trasporto per gli alunni, problema che non ha fatto altro che alimentare ancora più confusione e preoccupazione tra i genitori.

– Cosa intende fare per le famiglie?

Per prima cosa servono solide politiche sociali a favore della famiglia. Bisogna attivare nuove misure di sostegno sotto forma di contributi (ad esempio bonus bebè, bonus baby-sitter) migliorare i servizi già esistenti, come l’asilo nido, le colonie estive e appunto il trasporto scolastico. Per quanto riguarda gli asili nido tra le proposte che ho avanzato c’è quella di aprire una nuova sede presso il plesso scolastico di Cesarano che dovrà ospitare la nuova scuola per l’Infanzia.

– Tre parole per convincere gli elettori chiamati a scegliere lei il prossimo 4 e 5 ottobre?

Trasparenza perché con noi il Comune sarà una casa di vetro aperto a tutti e non nell’interesse di pochi. Orgoglio perché dobbiamo riscattare un territorio per troppo tempo trascurato. Visione perché il Modello Sorrento che proponiamo è questo, un profondo rinnovamento rispetto a ciò che si è visto finora, una nuova forma di collaborazione che porterà Sorrento ai primi posti nei mercati nazionali e internazionali.

Più informazioni su

Commenti

Translate »