Sorrento / Napoli . Vie del Mare a rischio. Langellotto ai Sindaci: “per noi studenti servizio essenziale”.

Giuseppe Langellotto, Rappresentante degli studenti dell’Università Federico II di Napoli e Consigliere del Forum dei Giovani di Sant’Agnello ci ha inviato la seguente nota relativa alla probabile cancellazione di tutte le corse degli aliscafi sulla tratta Sorrento-Napoli.

“Negli ultimi anni, il trasporto marittimo è diventato sempre più un punto di riferimento fondamentale per tutti coloro che hanno la necessità di spostarsi a Napoli, centro della vita sociale ed economica. Siamo tutti molto preoccupati dalle ultime indiscrezioni da cui è emerso che, a breve, tutte le corse della tratta Sorrento-Napoli verranno cancellate. Numerosi saranno gli studenti e i lavoratori che si ritroveranno isolati ed impossibilitati negli spostamenti veloci via mare.
Quattro anni fa, grazie al lavoro congiunto tra i rappresentanti degli studenti e i presidenti dei forum dei giovani della Penisola Sorrentina, siamo riusciti ad ottenere gli abbonamenti gratuiti per gli studenti sulla medesima tratta. A partire dal 1 ottobre è partita la consegna degli abbonamenti 2020/21.
A nome dei tanti studenti che ogni giorno si avvalgono del trasporto marittimo, chiedo a tutti i sindaci della Penisola di interessarsi anche di questo evidente problema.
In questo momento così delicato per la salute di tutti noi, con la soppressione il trasporto marittimo, non si fa altro che appesantire ulteriormente il trasporto su ferro, già notevolmente affollato, dato l’elevato numero dei cittadini dell’area sorrentino-vesuviana che lo utilizzano.”

Si fanno sempre più pressanti i rumors di una soppressione della tratta Napoli-Sorrento. Rimanendo attiva l’unica partenza dalle 7:20 da sorrento e ritorno delle ore 18:20, effettuata dalla compagnia NLG.
Purtroppo, giá nelle settimane scorse i collegamenti furono cancellati; per poi essere ripristinati dopo pochi giorni.
Se la notizia verrà confermata, sarà foriera di conseguenze disagevoli per tutta l’utenza, i quali saranno costretti a intasare i treni, già decimati dalle soppressioni giornaliere.
Il trasporto marittimo dovrebbe essere agevolato e migliorato per farsi si che i cittadini lo preferiscano al trasporto su gomma.
Per ora, purtroppo, tutto ció non avviene… e sarebbe uno sberleffo per i tanti studenti che hanno investito soldi per effettuare il rinnovo/prima emissione dell’abbonamento marittimo per fruire del servizio.
Speriamo, in una retromarcia su questa decisione, ma soprattutto che venga migliorata la sinergia tra la biglietteria e i marinai che, troppe volte, ha arrecato disagi all’utenza.

Commenti

Translate »