Sorrento Calcio. Tanta attesa per la sfida dello “Iacovone” anche per Giuseppe Cappiello

Più informazioni su

Sorrento Calcio. Tanta attesa per la sfida dello “Iacovone” anche per Giuseppe Cappiello.

L’attesa per la sfida dello “Iacovone” è tanta anche per il numero uno del club costiero Giuseppe Cappiello che prima di immergersi nel match racconta le sue sensazioni pregara: “La squadra ha lavorato sodo e con le idee chiare: ovviamente rispettiamo la tradizione e l’avversario ma affronteremo con determinazione i rossoblu. Vogliamo fare bene e, perché no, anche portare un buon risultato a casa. In settimana ho visto alcune fasi dell’allenamento e ho appreso che i ragazzi sono motivati. Rispetto a quella vinta l’anno scorso sarà una partita divers, mi auguro possa essere una bella partita e che possa divertire i tifosi, finalmente sugli spalti. Il Sorrento arriverà a Taranto anche sulla scia degli scorsi risultati positivi in cui abbiamo conquistato sette punti andando due volte in svantaggio. I nuovi innesti stanno dando un grande contributo e le sensazioni per domenica sono molto positive vista la voglia di tutti di dare continuità”.

IL TARANTO: “Quello che mi preoccupa è l’importanza del loro spogliatoio. L’organizzazione è molto simile alla nostra con Laterza e Montervino che stanno puntando molto su questo aspetto. Il Taranto, con il Casarano, il Bitonto e il Picerno lotterà per la vittoria finale. Andiamo a giocare in una piazza blasonata con un avversario dalla mentalità, oggi, simile alla nostra”.

LE ASSENZE: “Al Taranto mancherà Guaita che non conosco bene mentre a noi mancherà il giovane Maranzino che domenica scorsa ha rovinato una buona prestazione con un cartellino rosso nei minuti finali, sicuramente evitabile. Però, in organico abbiamo dei validissimi under tra cui Camara che con la Fidelis Andria è stato probabilmente il miglior in campo. Il ds Amodio, come al solito, ha fatto un ottimo lavoro portando in Costiera under validi”.

LA GARA: “Potrebbe anche essere una gara nervosa tra due squadre che negli schieramenti vantano elementi validissimi. Mi aspetto una gran battaglia con i calciatori che lotteranno palla su palla. Sfida sentita da ambo le parti. Proveremo a dire la nostra ma sarà dura”.

LE INSIDIE: “Non conosco bene i singoli del Taranto e come detto temo il loro forte collettivo, il loro gioco di squadra e la loro organizzazione. Laterza non è affatto male come allenatore e sta dando la sua impronta alla squadra. Sta applicando una filosofia da provinciale pur essendo in una grande piazza”.

DI ALESSIO PETRALLA

Più informazioni su

Commenti

Translate »