Quantcast

Sant’Agnello, l’intervento di Rosario Lotito sul caso dell’alunno della scuola elementare “G. Fiodo” risultato positivo al Covid-19

Sant’Agnello. Riportiamo il post pubblicato da Rosario Lotito sulla sua pagina Facebook: “Stamane a Sant’Agnello si è avuta la notizia che un alunno della scuola primaria G. Fiodo è risultato positivo al Covid-19. Dal Sindaco si apprende che l’aula è stata sanificata e sono in corso tutte le procedure previste, compresi tamponi e sanificazione degli ambienti scolastici.

Ma le domande che i genitori ci stanno ponendo, e che ovviamente ci poniamo anche noi, ci inducono a fare delle riflessioni. La prima è che quell’aula nel pomeriggio viene occupata dal turno pomeridiano della scuola secondaria, quindi da altri alunni e ci chiediamo, e chiediamo al Sindaco se ha previsto anche per la suddetta classe le procedure anticovid; la seconda riflessione è che la igienizzazione e la disinfezione andrebbe fatta quotidianamente ad ogni cambio di turno.

I Dirigenti scolastici, nella loro qualità di datori di lavoro ai sensi del d.lgs. 81/2008, non solo hanno l’obbligo della valutazione dei rischi, dell’informazione, formazione e addestramento, di fornire gli adeguati dispositivi di protezione individuale e della sorveglianza sanitaria, ma anche di aggiornare le misure di prevenzione in relazione ai mutamenti organizzativi e gestionali che hanno rilevanza ai fini della salute e sicurezza del lavoro, o in relazione al grado di evoluzione della tecnica della prevenzione e della protezione.

Per rendere un ambiente davvero sicuro, come in questa situazione si riterrebbe, c’è bisogno di una igienizzazione giornaliera e poiché tale procedimento possa essere davvero efficace, deve essere svolto in maniera adeguata e continuativa.

A riguardo, l’INAIL ha redatto un documento in cui fornisce indicazioni precise su come assicurare la salubrità dei locali scolastici attraverso una puntuale organizzazione e pianificazione delle attività di pulizia, disinfezione e igienizzazione. Regole d’igiene, estensibili anche alle apparecchiature, alle attrezzature, agli arredi e agli strumenti di lavoro, valide sempre. Nel documento a cui si fa riferimento è sottolineato più volte che la sanificazione deve essere intesa come attività obbligatoria e continuativa per gli istituti scolastici, questo perché essa nelle scuole diventa uno strumento di prevenzione estremamente importante per limitare la diffusione di malattie o ridurre la probabilità di verificarsi di focolai pandemici.

La scuola è una comunità e un ambiente dinamico che ingloba una molteplicità di rischi e di ambienti e che ha una notevole differenziazione nel profilo delle persone e dei soggetti presenti: docenti, personale ATA, studenti, famiglie, ditte esterne, associazioni. Pertanto è necessario mantenere un adeguato livello di igiene e sicurezza per tutti e soprattutto un personale adeguato per numero alle esigenze della platea, cosa che a detta di molti genitori risulta invece assolutamente insufficiente, soprattutto laddove si prevede un avvicendamento dell’utenza scolastica.

Auspichiamo che non emergano altri casi positivi e che il Sindaco, in sinergia con la Dirigente scolastica, adotti tutte le misure necessarie al fine di scongiurare un eventuale focolaio pandemico.

A tal fine chiediamo che venga potenziato il personale addetto alla pulizia, all’igienizzazione ed alla disinfezione quotidiana delle aule, in particolare di quelle utilizzate nei doppi turni, a garanzia della salute di tutti”.

post lotito

Commenti

Translate »