Picasso a Positano , un ricordo per il suo compleanno

Più informazioni su

Picasso a Positano , un ricordo per il suo compleanno. Positanonews ne ha parlato decine di volte, e anche il Corriere della sera, l’ipotesi che sia stato nella perla della Costiera amalfitana è possibile , anche se non abbiamo trovato riscontri, l’ultima immagine di Picasso col nostro Clavel che siamo riusciti a trovare è stata quella negli scavi di Pompei all’epoca di Parade a Napoli, riportiamo il bel post di Su Per Positano fatto il 25 ottobre  che ora abbiamo visto, nella speranza che si ritrovi qualche altra traccia della sua presenza nella cittadina della Costa d’ Amalfi, ma di sicuro un legame c’è…
Picasso a Positano
Buon Compleanno Pablo!
Vogliamo ricordare Picasso attraverso le parole di Gilbert Clavel:
“Quattro giorni fa sono arrivati nel nostro albergo anche Cocteau e Picasso. Lavoreranno con Diaghilev alle prove di Parade […]. Affidando a Picasso l’incarico di dipingere gli scenari e i costumi, Diaghilev vuole fondere la pittura con la danza e la musica. Un’idea geniale”.
Si narra che Picasso giunse a Positano nel 1917 insieme a Léonide Massine, futuro proprietario delle isole Li Galli, e Sergei Diaghilev, famoso impresario e fondatore dei Balletti Russi. La scelta di Positano probabilmente avvenne grazie a Michail Semenov, segretario di Diaghilev, che aveva acquistato il Mulino d’Arienzo. Qui conobbero l’architetto e raffinato intellettuale svizzero Gilbert Clavel, proprietario della torre di Fornillo.
I salotti letterari tra Positano e Napoli, uniti allo splendore delle terre campane, portarono questi artisti ad importanti innovazioni nell’incredibile balletto contemporaneo Parade.
Lo stesso Clavel, testimone diretto di tale magnifica creazione, scriverà:
“gli apparenti contrasti tra una coreografia e l’altra, creati intenzionalmente per accentuare particolari valori, sono il segno di una vera grande arte”.

Più informazioni su

Commenti

Translate »