Piano di Sorrento: Iaccarino contrario alla task-force tra Comuni per l’emergenza Covid

Piano di Sorrento. Il primo cittadino Vincenzo Iaccarino durante la Conferenza dei sindaci si è mostrato contrario alla proposta di dar vita a una task-force tra i Comuni della Penisola Sorrentina. La proposta era stata avanzata dal sindaco di Meta Giuseppe Tito.

I Comuni potrebbero nominare una task force intercomunale di supporto delegata dai sindaci stessi stabilendo chi debba avere la funzione di coordinatore; compiti di questo gruppo di lavoro sono:

  • Interfacciarsi quotidianamente con l’ASL;
  • Essere di supporto ad inserire i dati di tutti i richiedenti tampone;
  • Call center per i cittadini per essere avvisati sugli esiti dei tamponi;
  • Inviare i certificati dei tamponi a chi ne facesse richiesta per qualsiasi motivo (lavorativo, scolastico etc);
  • Pubblicare i dati per tutti i comuni in accordo con la protezione civile comunale;
  • Inviare i nominativi di coloro che hanno fatto tampone e sono in attesa di risultato alle forze dell’ordine;
  • Fornire informazioni univoche alle attività produttive per tutte le ordinanze che si susseguiranno;
  •  Informare i sindaci degli esiti dei tamponi dei rispettivi cittadini;
  • Snellire le procedure per tamponi a casa e presso l’USCA;
  • Avere un sistema parallelo a quello pubblico per poter fare tamponi con una convenzione con ditta autorizzata.

Tutto questo andrebbe fatto con un gruppo di almeno 6 persone che abbiano anche le dotazioni informatiche giuste.

L’idea di Tito era stata subito appoggiata sia dal sindaco di Sant’Agnello Piergiorgio Sagristani, sia dal neo-primo cittadino di Sorrento Massimo Coppola.

 

Commenti

Translate »