Le pagelle degli azzurri nella giornata dello show.

Ospina 6 sv Spettatore non pagante dii uno spettacolo unico a tinte azzurre. Quella nero-azzurre non si sono viste proprie.

Di Lorenzo 7,5 – Sulla sua fascia Gossens non da problemi. Fermato uno dei terzini sinistri più forti a livello Europeo.

Manolas 7 Manda Duvan Zapata a “Chi l’ha visto”. Impeccabile quando viene chiamato in causa.

Koulibaly 7 – Come difensore ieri ha riposato. Come centrocampista aggiunto tenta qualche sortita in avanti. Ora stando bene fisicamente e avendo fatto l’intera preparazione precampionato è in forma smagliante. Chi criticava Koulibaly l’anno scorso ora è servito.

Hysaj 7 – E chi se lo aspettava. Preferendo la fase difensiva a quella offensiva mantiene la linea dei 4 in difesa senza sbavature. Blocca le iniziative degli esterni atalantini dando ampiezza anche alla squadra e quando  avanza trasforma il 4-2-3-1 in 2-4-4-1. Partita perfetta.

Fabian 8,5 . È tornato il Toscanini azzurro. Protetto da Bakayoko e libero da marcatura, dispensa palloni su palloni come se stesse dirigendo un’armonica orchestra in maniera leggiadra e spensierata con lui che è il direttore d’orchestra. Il Napoli ha bisogno di questo giocatore che tecnicamente è il miglior centrocampista in circolazione. Non abbandona mai la posizione da vero regista. Fabian è pronto per dirigere l’orchestra azzurra chiamata Napoli.

(dall’83’ Demme sv)

Bakayoko 7 – Bravo il presidente ad acquistare questo giocatore. Dà equilibrio alla squadra. Protegge Fabian Ruiz, liberandolo da qualsiasi marcatura. Si dispone in campo con le spalle rivolte verso la linea del fallo laterale in modo da potere avere una visione del campo  migliore e catalizzare palloni su palloni. Insieme con Ospina, Koulibaly, Mertens e Osimhen forma l’ossatura centrale della squadra.

(dal 75′ Malcuit sv)

Lozano 8 – Messico e senza nuvole più El Chuky è tornato il giocatore da 40 milioni di euro che il Napoli aveva comprato. Sta in forma e si vede ed ora qualcuno che lo considerava un bidone gli dovrebbe chiedere almeno scusa o offrigli un caffè a tinte azzurre.

Mertens 7,5 Il 4-3-2-1 è il modulo adatto a lui (l’avesse fatto Sarri nell’anno dello scudetto perso in albergo…) Con questo modulo può ricevere il pallone libero dall’oppressione del marcatore. Poi s’inserisce negli spazi lasciati liberi dall’intelligenza tattica di Osimhen che portandosi l’avversario dietro favorisce gli inserimenti non solo del folletto belga ma anche di Politano e Lozano.

(dal 75′ Lobotka sv)

Politano 8,5 Ora si sta vedendo il vero Politano. Sulla fascia destra è un vero e proprio diavolo che manda all’inferno la difesa bergamasca. Tagliando da destra verso sinistra cerca il jolly vincente e lo trova con un bel tiro che uccella il portiere bergamasco mettendo K.O la squadra di Gasperini. Un vero e proprio incubo per Gossens e compagni.

(dal 60′ Ghoulam sv)

Osimhen 8 – È già l’idolo della torcida azzurra che da casa sta ammirando questa gazzella che con le gambe lunghe trascina l’avversario su di sé come preda della Safana, permettendo a Mertens e compagni d’inserirsi e bucare le difese avversarie. Trova in Palomino un cliente facile che può fargli girare la testa. Mette la sua ciliegina sulla torta segnando un fantastico goal perché arriva tirando in corsa e successivamente scivolando

(dall’83’ Petagna sv)

Gattuso 7: Voto per aver consigliato al Napoli un acquisto forte ed importante come Bakayoko. Voto per aver rivitalizzato giocatori come Lozano ed Hysaj. Voto per aver  creato un gruppo sano

Commenti

Translate »