I genitori ai sindaci della Costiera amalfitana “Convocate la conferenza dei sindaci della Costa d’ Amalfi, situazione drammatica”

Se ci siete battete un colpo. E’ questo che chiedono i genitori di tutta la Costiera amalfitana, e quelli dell’Istituto Comprensivo Tasso in primis con una lettera aperta davvero encomiabile nei contenuti. I genitori chiedono ai sindaci della Costiera amalfitana di riunirsi. Ma è davvero grave che siano costretti a farlo. La Conferenza dei sindaci della Costa d’ Amalfi ora più che mai sarebbe uno strumento indispensabile per fronteggiare la crisi economica e sociale dovuta alle misure di contenimento del Coronavirus Covid-19. Ricordiamo gli appelli durante il lockdown del sindaco di Ravello Salvatore Di Martino per riunirsi all’Auditorium Oscar Niemeyer per fronteggiare insieme la situazione, l’idea di una task force, invece nulla , tutto fermo. Il sindaco di Praiano Giovanni Di Martino sospeso per una inchiesta giudiziaria del tribunale di Salerno, presidente della Conferenza dei sindaci della Costa d’ Amalfi, ha raffreddato gli animi, poi surriscaldati per gli autobus, avete capito bene, i sindaci si sono accapigliati per i bus turistici, e ora che c’è questo dramma no? Inoltre c’è stato il voto in tre comuni, Amalfi, Maiori e Positano, con tre nuove amministrazioni e un nuovo sindaco, le elezioni della Regione Campania e niente, nulla smuove questo organismo ora basilare.  Il facente funzioni Luigi Mansi sindaco di Scala dovrebbe semplicemente convocare al più presto la conferenza dei sindaci, nominare un nuovo Presidente , e , prima ancora, fare appello a De Luca sulle emergenze peculiari del territorio che a Napoli spesso ignorano , ascoltate il popolo, ascoltate i genitori e il loro grido di dolore per i loro figli.

Qui il documento.

Commenti

Translate »