Gusta Minori e Villa Romana al Tg2, il sindaco Reale: “Orgogliosi della nostra storia”

Gusta Minori e la Villa Marittima Romana si sono rese protagoniste sulla Rai, al Tg2 andato in onda ieri, venerdì 2 ottobre.

villa romana tg2

L’auspicio è che esportando questa opera teatrale multimediale in grado di mostrarci la Villa Romana come era, si possa promuovere questo straordinario sito all’esterosostiene il sindaco Andrea Reale. Stiamo in contatto con importanti tv straniere per la produzione di un docufilm su personaggi e storia della Villa Romana di Minori”.

Gusta Minori vince la sfida. Grande successo di pubblico, presenti le tv straniere. La XXIV esima edizione di Gusta Minori è stata organizzata dall’Associazione Gusta Minori, con il patrocinio del Comune di Minori e grazie alla REGIONE CAMPANIA -Scabec per aver finanziato l’evento. Orgogliosi della nostra storia andiamo OLTRE INSIEME nel segno della Cultura.                      

Il Sindaco                                      

Andrea Reale

Generico ottobre 2020

Lucio Esposito ci illustra uno dei fenomeni più interessanti e suggestivi testimoniati dalle antiche civiltà in Campania, quello delle “ville romane”. L’area costiera di Napoli ed i Campi Flegrei divennero la zona prediletta dalla classe dirigente romana per impiantarvi lussuose ville di ozio, frequentate dagli stessi imperatori con le loro corti. Tutti i grandi personaggi, quali Mario, Silla, Crasso, Cesare, Pompeo, Ortensio, Lucullo, Cicerone ebbero proprietà nella zona. Il fenomeno delle ville marittime, si diffuse principalmente fra il I sec. a.C. ed il I sec. d.C., quando il possedere una villa con peschiere divenne, oltre che una moda, una sorta di status symbol che attestava l’enorme ricchezza del suo possessore. All’interno del volume sono descritte con immagini e testi le principali e più belle ville marittime della costa campana: la Villa di Posillipo, del Capo di Sorrento, dell’imperatore Tiberio a Capri, di Positano, di Minori e di Vietri. La prefazione è a cura di Umberto Pappalardo Professore di Archeologia Pompeiana dell’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Commenti

Translate »