Genova, oggi 7 ottobre 50 anni dalla tragedia dell’alluvione del 1970

Più informazioni su

Genova. Oggi sono passati esattamente cinquant’anni dalla peggiore alluvione che ci sia stata negli ultimi decenni. Nei giorni 7 e 8 ottobre 1970 Genova fu devastata da una delle più severe alluvioni della sua storia, provocata dalla esondazione di vari torrenti, dal Leira all’estremo ponente fino allo Sturla a levante, passando per Chiaravagna e Polcevera.

Le più gravi colpirono le popolose rive del Fereggiano e del Bisagno. Se il pluviografo di Bolzaneto – nel bacino del torrente Polcevera – registrò circa 950 millimetri di pioggia in 24 ore, record italiano tuttora imbattuto di pioggia locale, la meteora non perse troppa intensità, attraversando diagonalmente la città da sud ovest a nord est, per risalire le alture e ripiegare nuovamente verso valle, con effetti al suolo rovinosi proprio in virtù di questa dinamica atmosferica.

Genova fu la città che pagò le conseguenze più pensati ma altri 20 comuni della provincia tra i quali Masone subirono pensanti danni. Le vittime furono 43: 35 morti e 8 dispersi. Gli sfollati furono oltre 2000. L’alluvione di 50 anni fa causò anche il crollo di parte del ponte di Sant’Agata allora usato come passaggio pedonale. La canzone ‘Docenera’ di Fabrizio De Andrè ricorda quel tragico evento.

Più informazioni su

Commenti

Translate »