Eboli. Contagio familiare dopo festa di comunione: 8 positivi nelle ultime 24 ore

Più informazioni su

Eboli. Contagio familiare dopo festa di comunione: 8 positivi nelle ultime 24 ore. Sale il numero dei contagi in città: otto i positivi nelle ultime 24 ore, per un totale di trentadue. Si tratta per lo più di focolai familiari uno dei quali scoppiato nel quartiere Paterno dopo i festeggiamenti per la celebrazione di una prima comunione. Gli ultimi casi sono sintomatici ma le condizioni di salute sembrano abbastanza buone e la situazione è sotto controllo anche se qualcosa nell’infezione virale sta cambiando. «Gli ultimi casi – spiega un medico della Asl – presentano sintomatologie diverse rispetto ai casi positivi emersi qualche settimana fa. Ad esempio, i pazienti del focolaio dell’azienda agricola di Cioffi non manifestavano sintomi particolari, invece oggi, come ieri, sono evidenti tracce del Covid a livello polmonare, anche attraverso l’esame eco torace. La situazione è seria, ma si può gestire. Basti pensare che io ed altri miei colleghi siamo in contatto con pazienti positivi tutti i giorni dallo scorso marzo, e non ci siamo ammalati. Certo, c’è il fattore fortuna, ma è fondamentale prendere le precauzioni che ormai conosciamo a memoria: lavare e disinfettare spesso le mani; indossare sempre la mascherina e rispettare le distanze. La prudenza è l’unica strada utile per evitare chiusure locali o generalizzate, che danneggerebbero l’economia e condizionerebbero in negativo la vita di ciascuno, adulti e bambini». La Asl, il laboratorio di analisi dell’ospedale Maria Santissima Addolorata e l’Unità Specializzata di Continuità Assistenziale, nonostante sforzi immani delle risorse umane presenti, sono in affanno e lo si verifica dai tempi di attesa per la ricezione degli esiti dei tamponi, «Stiamo monitorando in maniera costante, 24 ore al giorno, la situazione – spiega Luca Sgroia, sindaco facente funzione – siamo anche consapevoli che la Asl è sottoposta ad un importante stress, basti pensare che in poche settimane siamo passati, all’interno del distretto, da un numero di contagi quasi pari allo zero a numeri decisamente ampi. Siamo pronti alla collaborazione istituzionale, nei limiti delle nostre competenze, e qualora malauguratamente la linea dei contagi dovesse salire, ad assumere iniziative restrittive nella città. Prudenza e rispetto delle regole sono i comandamenti più efficaci per scongiurare il peggio». E sulla strada della prudenza e del rispetto delle regole volte a limitare la diffusione dei contagi, il consiglio comunale in programma per il prossimo 21 ottobre si terrà a porte chiuse: giunta e consiglieri in presenza, mentre il pubblico potrà partecipare in diretta streaming da casa.

Fonte Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

Translate »